Donnarumma, parla il fratello: “Gigio mai alla Juve”

Pubblicato il autore: Alex Baldarelli
Donnarumma Fonte foto: gazzetta.it

Donnarumma Fonte foto: gazzetta.it

“Gigio è rossonero, non andrà alla Juventus“, parola di Antonio Donnarumma. Il fratello dell’ormai più celebre Gianluigi, intervistato dal Corriere dello Sport, parla del portiere del Milan e del suo futuro: “Non lascerà il Milan per nessun motivo”. Oggi il numero 1 è Buffon, il simbolo della scuola di portieri italiani. Dopo Gigi in Nazionale c’è lui. Ma conoscendo Gigio, non lascerebbe il Milan per nulla al mondo. E’ veramente felice in rossonero, ed è milanista da sempre. Avere la sua personalità a 17 anni è qualcosa di incredibile, gli scivola tutto addosso”. Ci sentiamo tutti i giorni, la sera giochiamo online ai videogame. Lui prende il Milan, io Atletico Madrid o Barcellona. E come rosica ogni volta che segno! Di calcio parliamo poco, ma dopo le partite ci chiamiamo sempre” .”Dopo l’Inter era nervoso” aggiunge il portiere dell’Asteras “Ho cercato di tranquillizzarlo”. “Quando eravamo piccoli guardavamo insieme su YouTube parate e allenamenti dei portieri più forti, io gli facevo vedere i video di Oliver Kahn, il migliore per carisma e personalità”. “All’esordio in A, Gigio mi chiamò due giorni prima dicendo che forse avrebbe esordito contro il Sassuolo. Andammo tutti a San Siro, i miei presero il treno all’ultimo momento. Dopo la partita festeggiammo tutti a cena al ristorante e chiaramente pagò lui”.

ANTONIO IL GRECO – Antonio Donnarumma è oggi il portiere dell’Asteras Tripolis, squadra che milita nella Super League greca, una nuova esperienza dopo gli anni al Genoa e una lunga trafila nelle giovanili nel Milan, dove arriva nel 2005 a soli 15 anni, senza mai esordire in prima squadra. “Avevo già fatto il percorso al Milan prima di Gigio, gli avevo già raccontato tutto. Vestire quella maglia a 15 anni è stato qualcosa di speciale. Per me, tifoso milanista era il massimo. Mi mancavano i miei amici, non è stato facile all’inizio, lasciare casa così e la famiglia così presto, ma bisogna fare dei sacrifici, tutto si supera con il tempo”  Donnarumma senior parla poi della sua nuova esperienza in un campionato così diverso da quello italiano, una vera e propria scelta di vita in un paese che vive una situazione economica difficile: “In Grecia si si sta bene. Vivo con la mia compagna Stefania, è lei la mia forza: se non fosse venuta, non so se mi sarei trasferito. Il greco è impossibile. Ho imparato quelle tre parole principali che mi servono in campo, per il resto mi arrangio con l’inglese. Non siamo partiti benissimo, ma ora abbiamo fatto tre vittorie di fila. La squadra è buona. Ero al Genoa ma avevo voglia di giocare. Arrivò quest’offerta dall’Asteras, chiesi informazioni a Tachtsidis e Tzorvas che me ne parlarono bene. Il primo mese dovevo ambientarmi, ma da quando il mister mi ha lanciato abbiamo vinto tre partite su tre e ho preso un solo gol. Ora il campionato è fermo perché hanno incendiato la casa del designatore degli arbitri, ma già da questo week end si dovrebbe ripartire”. I Donnarumma brothers, una famiglia di calciatori (un terzo fratello, Alfredo, è attaccante della Salernitana), una famiglia che vede all’orizzonte un futuro rossonero per Gigio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Milan-Juventus Primavera, streaming gratis e diretta tv in chiaro?