Inter, a Tiki Taka Mazzarri svela: “Avevo chiesto giocatori di livello ma la società….”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado
mazzarri inter

Tiki Taka Mazzarri svela importanti retroscena

 

E’ stato un Walter Mazzari a 360 gradi quello che ieri ha rilasciato importanti dichiarazioni nel corso della trasmissione Tiki Taka. L’allenatore del Watford è stato “stuzzicato” in merito alla sua passata esperienza sulla panchina dell’Inter e Mazzarri non ha lesinato qualche critica nei confronti del trattamento ricevuto durante la sua esperienza a Milano. Tiki Taka Mazzarri, retroscena sull’Inter – Nel corso dell’intervista Mazzarri ha ripercorso a grandi linee la sua esperienza sulla panchina nerazzurra svelando importanti retroscena del suo periodo interista.

Tiki Taka Mazzarri, le dichiarazioni

” Al primo anno all’Inter  la società, anche se la cosa è stata sottovalutata, è cambiata tanto e la nuova società alcune volte non ha protetto le scelte dell’allenatore e quindi mi sono trovata una serie di cose addosso. Non potevo dire tante cose apertamente perché dovevo proteggere la situazione in cui si lavora. Con la stampa si è creato qualche equivoco. Ma è una cosa di cui preferirei non parlarne più.  Non basta chiamarsi Inter e indossare la maglia nerazzurra per vincere, ma servono giocatori adatti. Soprattutto in quegli anni in cui sono stato all’Inter, questo non è stato abbastanza sottolineato.  Avevo chiesto Kolarov, Luis Gustavo, non c’era addirittura la possibilità di confermare Rolando. Con me è stato fatto un mercato diverso rispetto a quello fatto dopo. Avevo chiesto pure Lamela ma in quel periodo i giocatori non si potevano prendere. Probabilmente, se vai in sala stampa e chiedi otto giocatori si va contro la società, ma io lavoro per il club e se firmi non puoi dire tutto quello che si dice negli spogliatoi”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter, non solo Pavard: per il post Skriniar c'è un altro nome caldo