Juventus, Retroscena Vidal-Benatia. Il cileno tornerà a Torino? La risposta di Ancelotti…

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Juventus

Juventus: Arturo Vidal e Medhi Benatia rappresentano il passato e il presente della Vecchia Signora. Arturo Vidal, soprannominato il guerriero, ha lasciato proprio la Juventus per approdare alla corte del Bayern Monaco, mentre Medhi Benatia ha fatto il percorso a ritroso, dopo l’esperienza con Roma e Udinese in Italia, è tornato in Germania e ha lasciato il Bayern Monaco per approdare proprio a Torino, alla Juventus. Sui due giocatori spunta un retroscena raccontato proprio da chi ha avuto la fortuna di allenarli. Stiamo parlando proprio di una nota conoscenza del calcio italiano: Carlo Ancelotti. Ai microfoni di Tuttosport, Carlo Ancelotti, attuale mister del Bayern Monaco, ha dichiarato: “Arturo mi parla sempre della Juventus. È molto legato ai colori bianconeri”. Bisogna sottolineare che l’addio di Arturo Vidal è stato molto sofferto dai tifosi bianconeri i quali vedevano in lui quel guerriero che avrebbe mantenuto alto l’orgoglio bianconero per tantissime stagioni. Ma ormai si sa, nel calcio moderno, le bandiere sono davvero poche, quindi non resta che rimarcare il motto: “gli uomini passano, ma i colori restano”. Sull’argomento il tecnico ha poi aggiunto: “Vidal è uno di quelli che mi ha sorpreso di più: è un ragazzo simpatico, schietto e di grandissima personalità. Se possa tornare a Torino in futuro non lo so, e non ne abbiamo mai parlato. Io sono convinto che resterà con noi ancora a lungo. E soprattutto, me lo auguro perché è un giocatore molto importante per noi”.
Il mister ha rilasciato anche parole di apprezzamento per Medhi Benatia: “Benatia? Abbiamo soddisfatto il desiderio del ragazzo, che voleva tornare in Italia, dove aveva giocato su ottimi livelli con Roma e Udinese. Sul fatto che Medhi sia bravissimo non ho mai avuto dubbi. Difesa della Juventus come quella del Milan di Sacchi? Sono epoche troppo diverse tra loro. I giocatori di adesso sono differenti da quelli di venti-trenta anni fa. Barzagli, Bonucci e Chiellini sono ottimi giocatori e non a caso le vittorie recenti dei bianconeri si basano su una grande difesa. Ma è tutta la Juventus a essere forte” ha affermato Carlo Ancelotti.
Di stagione in stagione, l’assenza di Arturo Vidal è stata colmata, la Juventus ha continuato a macinare km su km sul terreno di gioco e a portare a casa prestigiosi trofei. Certo, manca ancora quello più importante, la Champions League, ma è bene sottolineare che la forza della Juventus non è rappresentata dal singolo, ma dal gruppo, che ogni domenica trascina la squadra alla conquista dei tre punti per alimentare il distacco in classifica dalle dirette concorrenti.
Per Medhi Benatia, con l’infortunio di Barzagli, sarà l’occasione per avere maggiore continuità sul campo da titolare, già a partire dalla prossima giornata di campionato contro il Pescara il 19 novembre alle 20.45 allo Juventus Stadium. Ricordiamo che Barzaglia si è infortunato alla spalla, lussazione della spalla sinistra, proprio nella gara contro il Chievo e starà fuori per ben due mesi. Intanto il difensore oggi ha iniziato le prime cure mediche per tornare il prima possibile al top e sul terreno di gioco.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Champions League 2020/21, le probabili formazioni della quinta giornata e statistiche