Juventus-Witsel: lo Zenit alza il muro!

Pubblicato il autore: elia guerra Segui

witsel-belgio
Ad un mese dall’apertura del calciomercato invernale, dalla Russia non arrivano buone notizie per la Juventus in merito alla trattativa per Axel Witsel, centrocampista classe ’89 in forza allo Zenit San Pietroburgo e pallino fisso della dirigenza bianconera da diverse stagioni. Il suo approdo a Torino, la scorsa estate, sembrava cosa ormai fatta ma l’affare saltò all’ultimo momento per stretta volontà del club di Mircea Lucescu, che non riuscì a trovare in tempo un degno sostituto del belga. Il tutto creò grande sdegno sia in tutto l’ambiente bianconero sia nell’animo dello stesso calciatore, che in seguito esprimerà tutto il suo dispiacere per il mancato trasferimento alla corte di Massimiliano Allegri, lo stesso tecnico che poche settimane fa ha definito “un allenatore super”.

JUVENTUS-WITSEL, SI COMPLICA – “Non so ancora quando i tifosi italiani potranno vedermi alla Juventus, se a gennaio oppure nella prossima estate. Allegri è un allenatore super, i due giocatori più forti dei bianconeri sono Dybala e Marchisio. Tutti ormai parlano solo della Juventus, ma magari finirò in un altro club. Vedremo…”. Queste sono state le dichiarazioni rilasciate da Witsel, lo scorso 14 novembre, al termine della gara tra la sua nazionale e l’Estonia, vinta dalle ‘Furie Rosse’ per 8 a 1. Parole che, se da una parte hanno dimostrato tutta la volontà del belga di trasferirsi all’ombra della Mole, dall’altra – con quel “vedremo” – hanno gettato un’ombra nel futuro stesso del calciatore.

Leggi anche:  Serie A, Juventus: infortunio per Rabiot, i tempi di recupero

Ombra che Niccolò Ceccarini, noto esperto di calciomercato a servizio di Sport Mediaset, ha spazzato via così ai microfoni di TMW Radio: “L’affare Juventus-Witsel si è complicato. Lo Zenit non è intenzionato ad accettare l’offerta da 4-5 milioni di euro da parte dei bianconeri. Oltre questa offerta però la Juve non vuole andare, anche perché da febbraio il giocatore potrà sottoscrivere il contratto con la sua nuova squadra. E’ un braccio di ferro per il momento tra le due società. Un altro centrocampista? I giocatori di livello a metà stagione non partono facilmente. Tante trattative che la Juve sta portando avanti sono comunque operazioni per giugno. Bisogna capire quanto la Juve è intenzionata ad aspettare un’eventuale apertura dello Zenit”.

rincon 2ALTERNATIVE A WITSEL? – Insomma, a quanto pare lo Zenit non ha nessuna intenzione di cedere il proprio centrocampista a gennaio, al costo di perderlo a parametro zero nell’estate del 2017, quando il suo contratto scadrà. Ciò complica – e non di poco -le operazioni in entrata della Juventus che, qualora i russi non decidano di mollare la presa, sarà costretta a rivedere i propri obbiettivi di mercato. I nomi sui taccuini dei dirigenti Giuseppe Marotta e Fabio Paratici sono molti – da Dahoud a Tolisso, fino a passare per N’Zonzi – ma le speranze di accaparrarsi uno di questi calciatori sono davvero poche, sia per l’elevato costo del cartellino sia per la partecipazione di questi in Champions League. Al momento, la trattativa più fattibile per Madama sembra quella per Tomas Rincon, centrocampista classe ’88 in forza al Genoa, che prenderebbe il posto di Hernanes, oggetto di scambio per i bianconeri. La suddetta pista, però, non convince del tutto molti addetti ai lavori della Juventus che si chiedono se valga davvero la pena cedere il brasiliano per il rossoblù. A tal proposito, la gara di domenica al Marassi – tra Genoa e Juve appunto – potrebbe schiarire o meno le idee.

  •   
  •  
  •  
  •