Torino, Cairo spaventa le big: “Belotti vale come Higuain”

Pubblicato il autore: Alex Baldarelli
belotti Fonte foto: repubblica.it

Belotti Fonte foto: repubblica.it

Belotti vale Higuain. E’ questa la bomba lanciata da Urbano Cairo. Intervenuto alla trasmissione radiofonica “Tutti Convocati “di Radio 24,  il presidente del Torino ha parlato tra le altre questioni legate al club granata, della vicenda legata all’attaccante Andrea Belotti. ” Non credo di dire un’eresia quando affermo che Belotti valga quanto la clausola di Higuain : in quel caso non credo che qualcuno voglia più prenderlo”. “Stiamo parlando con lui per prolungargli il contratto e dargli un riconoscimento, potrebbe esserci una clausola per l’estero. Non ho mai pensato a quanto possa valere Belotti, a me non mi ha chiamato nessuno. Non ci penso neanche a venderlo”. Il presidente del Torino spegne quindi sul nascere le voci di un Belotti lontano dai granata nel futuro prossimo, con il Milan, squadra per cui il centravanti della nazionale ha sempre tifato, pronto ad accaparrarselo. Belotti è autore di una stagione finora eccellente, segnando 10 reti in 11 presenze di campionato e diventando un punto fermo della nazionale di Giampiero Ventura, al fianco di Ciro Immobile. L’ex attaccante del Palermo ha un contratto in scadenza nel giugno 2020 ed una quotazione di 15 milioni di euro (dati transfermarkt.com), ma se le prestazioni attuali dovessero persistere è pronosticabile un impennata che porterà, nel caso di cessione, una cospicua plusvalenza nel bilancio del Torino. Arrivato nell’agosto 2015 dal Palermo, Belotti è entrato da subito nel cuore dei tifosi per la sua grinta, l’attaccamento alla maglia, le sue caratteristiche da attaccante moderno, capace di abbinare una freddezza sotto porta ad una mobilità ed un mettersi sempre e comunque al servizio della squadra. Nei giorni scorsi si era parlato di un forte interessamento del Manchester United, con Josè Mourinho che stravede per l’attaccante del Toro, dopo che in estate già Leicester, West Ham ed Arsenal avevano sondato la possibilità di portarlo oltremanica. Cairo zittisce tutti: Belotti resta al Toro.

Leggi anche:  Inter, nel 2023/24 sarà rivoluzione: ecco la possibile nuova rosa nerazzurra

MIHAJLOVIC E FUTURO – “Abbiamo fatto grandi investimenti per confermare dei giocatori e per prenderne di nuovi”, ha dichiarato il presidente Cairo.Mi piace che Mihajlovic abbia detto che puntiamo all’Europa. Non so se ci arriveremo, ma mi piace che abbia dato questo obiettivo”. “Mihajlovic mi piace, è una persona con ambizione, abbiamo entrambi la voglia di fare buone cose. Credo di avergli consegnato una squadra forte, prendendo bei giocatori e tenendone altri”, aggiunge Cairo. Il Torino è al momento artefice di un campionato al di sopra delle aspettative e di questo exploit granata è concausa l’amalgama che l’allenatore ha creato all’interno dello spogliatoio, dando vita ad una squadra che ha il suo stesso carattere e che lotta fino al novantesimo. Nell’intervallo della partita di Crotone di domenica scorsa è stato proprio Mihajlovic a caricare la squadra e soprattutto il “gallo” definendolo “moscio”. Uno stimolo che Belotti ha captato e trasformato in due splendide reti con cui il Torino ha liquidato i calabresi. “Nell’intervallo Mihajlovic e lo staff  mi hanno spronato” ha detto Belotti. ” Da queste parole ho trovato dentro di me la grinta per ribaltare anche la mia prestazione”. Mihajlovic-Belotti: un binomio vincente per il Toro del futuro.

  •   
  •  
  •  
  •