Verratti Nazionale: “Cento milioni per me? Nessuno li vale”

Pubblicato il autore: Francesco Sbordone Segui

verratti nazionale
Marco Verratti Nazionale, un binomio che finalmente ritorna insieme. Impegnato con la nostra nazionale contro il Liechtenstein e la Germania, Marco Verratti ha fatto il punto sulla sua situazione sia di club che di Nazione.

 

Verratti Nazionale, le responsabilità

Un talento indiscutibile ma che facilmente è stato criticato nei nostri confini nazionali. Marco Verratti è il calciatore più forte che Giampiero Ventura ha a disposizione e il prossimo impegno contro il Liechtenstein è di fondamentale importanza: “Occhio al Liechtenstein, per rendere le cose semplici dovremo fare tutto al massimo, altrimenti si rischiano brutte sorprese. Io fisicamente sono al 100% e posso giocare sia sabato sia contro la Germania. Sono arrivati giovani forti, che meritano di stare qui, il futuro è garantito e mi piace parecchio anche Ventura: ci sta mettendo molto del suo, dal punto di vista tattico è uno dei migliori tecnici in assoluto. Sì, è una grandissima sorpresa, non lo conoscevo”. Sabato, in mezzo al campo, Verratti farà coppia con De Rossi: “Sono pronto, a centrocampo ho giocato ovunque. Decide il mister, in Nazionale gli individualismi non devono esistere, detto questo mi sento in grado di interpretare qualsiasi modulo”. Ecco perché “io, De Rossi e Marchisio costituiremmo sicuramente un reparto molto forte anche a tre”.

 

Leggi anche:  Dove vedere Manchester United-Psg: streaming e diretta tv Champions League

Verratti Nazionale con un occhio al calciomercato

 

Marco Verratti Nazionale ma non solo, il centrocampista in forza al PSG ha toccato anche il tasto calciomercato che lo vede protagonista in direzione altro grande club europeo. “A Parigi sto bene, sono coinvolto in un progetto importante”, dice Marco Verratti nonostante le tanti voci di mercato che lo coinvolgono, l’ultime riguardano il Chelsea di Antonio Conte e il Real Madrid di Zidane: “A chi mi dice di andare al Real – continua -, io rispondo che magari hanno anche ragione, ma nella vita ci sono cose più importanti. E al Psg mi sento parte di una grande famiglia, di un progetto che mi coinvolge da cinque anni. Siamo rimasti in pochi da allora, tre o quattro, e la cosa è allora ancora più stimolante. Oltretutto, qui ci sono i mezzi per arrivare molto in alto, e non mi dispiacerebbe diventare capitano”. La sincerità del grande campione che ammette le difficoltà del PSG in ambito europeo: “Davanti a noi ci sono ancora Barcellona, Real Madrid e Bayern Monaco nella corsa Champions. La Juventus? No, solo quelle tre…”. Se Higuain vale 94 milioni e Pogba oltre i 100, Qual’è il valore di Marco Verratti” Valgo 100 milioni? No, giochiamo a calcio, fa ridere sentire certe cifre, nessuno dovrebbe valere tanto, e penso che sia brutto anche per il giocatore stesso essere pagato così, perché poi da te si aspettano sempre cose impossibili”.

 

Leggi anche:  Qualificazioni Euro 2021 femminile: oggi le Azzurre sono impegnate in Danimarca

Verratti Nazionale e gli allenatori

 

Serietà e professionalità, Marco Verratti e il rapporto con gli allenatori: “Ho sempre avuto un grande rapporto con tutti i miei allenatori: mi sento ancora con Blanc e Ancelotti. Ventura all’inizio, con poco tempo a disposizione, si era affidato ovviamente alla tattica di Conte. Ma ci sta mettendo molto di suo. E’ uno tra i migliori che io abbia mai avuto, dal punto di vista tattico: prepara benissimo le partite, per me lui è stato una bella sorpresa, perché non lo conoscevo”


  •   
  •  
  •  
  •