Tevez d’oro, è il più pagato al mondo: 38 milioni l’anno dallo Shanghai Shenhua

Pubblicato il autore: Alex Baldarelli Segui
Tevez-Boca Juniors

Tevez-Boca Juniors

Carlos Tevez sarà il calciatore più pagato al mondo. Il trasferimento dell’ex attaccante della Juventus dal suo Boca Juniors al Shanghai Shenhua, ufficializzato in questi giorni, porterà nelle tasche del giocatore circa 76 milioni di euro più bonus in due anni, al Boca andranno invece 16,5 milioni di euro, cifra ben più alta di quanto fu speso dai “xeneizes” per portarlo in Argentina nell’estate 2015. A nulla sono serviti i cori e striscioni dei tifosi del Boca durante l’ultima gara giocata contro il Colòn, durante la quale l’Apache ha segnato il suo ultimo gol per la società con cui aveva dichiarato di voler chiudere la carriera. Tevez aveva già deciso. Cina.  Il nuovo paperone del calcio mondiale si aggiunge e supera, il record di Lavezzi, che percepisce dall’Hebei circa 29 milioni di euro ogni anno.

TEVEZ E GLI ALTRI PAPERONI – La lista dei giocatori più pagati al mondo e capeggiata da Tevez è ricca di nomi altisonanti e cifre da capogiro. Appena più “indigente” dell’argentino c’è, come detto, Ezequiel Lavezzi, che ha abbandonato il PSG lo scorso febbraio per andare a guadagnare fior fior di milioni. Sul punto più basso del podio c’è l’ex Chelsea Oscar, appena trasferitosi al Shanghai SIPG, società dal quale otterrà 24 milioni di euro a stagione e che riempe d’oro anche l’allenatore Andrè Villas Boas. La quarta casella è occupata invece dai top europei Cristiano Ronaldo, fresco di rinnovo a 23 milioni di euro, a pari merito con l’eterno rivale Lionel Messi. Il gallese Gareth Bale percepisce ogni anno dal Real Madrid circa 21 milioni di euro, precedendo, in questa lussuosissima classifica, il brasiliano Hulk, prossimo compagno di squadra di Oscar. L’ex bianconero Pogba si deve “accontentare” di 18 milioni a stagione, così come il blaugrana Neymar. C’è anche un italiano tra i top milionari: è Graziano Pellè, attaccante del Shandong Luneng, remunerato con 310mila euro a settimana, circa 16 milioni a stagione, gli stessi che il Manchester United sborsa per le prestazioni di Wayne Rooney e per Zlatan Ibrahimovic. Il Bayern ricopre d’oro Thomas Muller con 14 milioni di euro ogni Meisterschale. Non può lamentarsi nemmeno Jackson Martinez, che rinunciò al Milan nell’estate 2015, preferendo l’Atletico Madrid, salvo poi accettare le lusinghe cinesi del Guangzhou Evergrande solo 6 mesi più tardi. Chiude questa classifica Thiago Silva, capitano e leader del Paris Saint Germain.

Leggi anche:  Le parole di Vidal sul suo futuro

CINA NUOVA FRONTIERA DEL CALCIO – E’ la Cina la nuova frontiera del calcio mondiale. Il campionato di calcio cinese è nato solo nel 1994, ma solo con la nascita della Super League nel 2004 si iniziò ad investire ingenti somme nel mondo del pallone. L’incremento vertiginoso dei soldi spesi è iniziato in particolare dopo la vittoria del Guangzhou EverGrande nella Champions League asiatica nel 2013. L’anno seguente la Super League ha ottenuto un importante contratto di sponsorizzazione che fruttò alla federazione circa 50 milioni di euro. I profitti della Lega vennero ridistribuiti tra i club, che hanno iniziato a cercare importanti giocatori, iniziando da quelli nella fase calante della carriera. E’ la Cina quindi il paese ad aver avviato una sorta di “rivoluzione culturale”, voluta fortemente del presidente Xi Jingping, basata sul calcio a far gongolare ed arricchire i portafogli dei protagonisti del mondo del calcio, che si abbandonano volentieri al potere del Dio denaro, abbandonando affetti, prestigio e competitività per mostrare le proprie grazie agli occhi a mandorla.

  •   
  •  
  •  
  •