Milan Bacca, i cinesi mettono il veto sull’attaccante. A gennaio il colombiano non si muoverà!

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
milan bacca

Milan Bacca, il colombiano stoppato dai cinesi

Sino Europe Sports si oppone alla cessione di Carlos Bacca. Pur non avendo ancora completato le operazioni necessarie per arrivare al tanto atteso closing la cordata cinese che dovrebbe acquisire il controllo del club rossonero ha dato le sue prime indicazioni in vista del mercato di gennaio. Un mercato che, in assenza del passaggio di proprietà, dovrà essere condiviso tra vecchi e nuovi “capi” del Milan.  Milan Bacca, stop dei cinesi – La Sino Europe Sports, nell’ottica proprio di questa condivisione di obiettivi e strategie, avrebbe messo il proprio primo paletto in vista della riapertura delle trattative di gennaio. Carlos Bacca non dovrà muoversi da Milano. Nonostante il periodo negativo che sta attraversando l’attaccante colombiano i cinesi avrebbero espresso all’attuale dirigenza del Milan il proprio parere contrario alla cessione del giocatore.  Una “imposizione” che rischia, però, di congelare il mercato rossonero. Infatti, in mancanza dei fondi che il Milan attendeva proprio dai cinesi, la società rossonera si ritroverà senza liquidità per finanziare i tanto attesi colpi di mercato invernale. Bacca, che ha vari estimatori sparsi in Europa, avrebbe potuto garantire un’entrata di circa 30 milioni di euro, in parte da riutilizzare proprio per il mercato in entrata. Il no alla cessione del colombiano da parte dei cinesi riduce adesso di molto i margini di manovra della società rossonera. Sul mercato rimane il solo Luiz Adriano il quale non ha grosso mercato, ad esclusione della Cina e della Russia. Potrebbe essere lui, quindi, il giocatore “sacrificato” dal Milan per ricavare quei fondi necessari a finanziare almeno un intervento a centrocampo, reparto che più degli altri ha bisogno di qualche innesto.

Leggi anche:  Locatelli, in corsa anche il Borussia Dortmund
  •   
  •  
  •  
  •