Pjanic, dichiarazioni shock:”per la Roma sempre uno spiraglio”

Pubblicato il autore: gianluca di marzio supernews Segui

Dichiarazioni shock del centrocampista della Juventus, strappato alla Roma proprio durante l’ultima sessione di mercato, grazie alla sua clausola rescissoria, e che aveva generato polemiche e un grande malcontento dei tifosi giallo rossi. Oggi, dopo la sessione di allenamento a Vinovo, il 32enne è stato fermato dai giornalisti, i quali gli hanno chiesto cosa significasse per lui aver battuto la sua ex squadra, e se avesse un po’ di nostalgia della capitale. Con grande stupore dei presenti, il bosniaco si è dimostrato molto disponibile rispondendo alle domande dei giornalisti, con testuali parole:” ovviamente non ho mai dimenticato Roma e ciò che ha fatto per me, tutto ciò che sono ora lo devo alla mia ex squadra. Sono molto contento di aver superato i giallo rossi sabato, perchè ho grande rispetto per il Mister e per i miei vecchi compagni, e so che sono un’ottima squadra, per niente facile da battere. La mentalità della Juventus è sicuramente quella di una grande squadra, che ti porta spesso a grandi gioie. Come contro c’è da dire che questa mentalità, specialmente se sei nuovo, ti può sopraffare, proprio perchè la società vuole da te sempre il 110%, e non vuole concedere un millimetro a nessuno. Piano piano sto imparando anche io questo modo di vedere il calcio, ma ancora c’è da lavorare.In più la mia integrazione ancora non è completa, e le conseguenze di questi due fattori possono vedersi facilmente nelle mie ultime prestazioni, non molto positive. Devo dire che un po’ mi manca Roma, il calore e l’affetto del pubblico, un pubblico che solo nella capitale puoi trovare. Mi piacerebbe tornare a giocare a Roma un giorno, eh chissà, magari prima di quanto crediamo, nella vita mai dire mai.” Ovviamente la società bianconera non ha preso bene le dichiarazioni del bosniaco, che è stato momentaneamente obbligato al silenzio stampa; in più, in queste ore i dirigenti della Juventus stanno discutendo sul tempo di provvedimento da prendere verso il giocatore; provvedimento che, quasi con ogni probabilità, comprenderà una sanzione pecuniaria e una squalifica variabile, ma intorno alle tre giornate, in quanto le dichiarazioni del giocatore violano la clausola del suo contratto in cui non può dire o fare cose che possano in qualsiasi modo nuocere alla società torinese.

Leggi anche:  Auriemma: "Cuadrado guarito dal Covid e migliore in campo contro il Napoli? La sua cura potrebbe salvare la popolazione mondiale" (VIDEO)
pjanic

Miralem Pjanic, 26 anni, centrocampista della juventus

  •   
  •  
  •  
  •