Sembra che Luis Muriel voglia restare a Genova e continuare la sua avventura con la Sampdoria!

Pubblicato il autore: fabia Segui

Luis-Muriel

Secondo le ultime notizie riportate dall’ansa sembra che Luis Muriel voglia restare a Genova e continuare la sua avventura con la Sampdoria, queste le sue dichiarazioni: “I tifosi possono stare tranquilli? Sì, sto pensando solo alla maglia blucerchiata ed a quello che posso fare qua a Genova. Con i tifosi il rapporto è cresciuto tantissimo, il mio obiettivo è quello di continuare a fare bene con la Sampdoria e poi vedremo”, ha detto l’attaccante colombiano durante l’incontro con i tifosi al negozio ufficiale della società doriana insieme a Bruno Fernandes. L’attaccante non dovrebbe quindi lasciare la Samp a gennaio, poi la partirà di riaprirà nel mercato estivo. E l’attaccante fissa anche l’obiettivo prima della sosta natalizia: “Finire a trentuno punti prima delle feste. Davanti al Genoa? Sarebbe meglio di sì, siamo sulla buona strada”, spiega ancora. E in vista del mercato di gennaio è intervenuto via Twitter anche il presidente Massimo Ferrero: “A gennaio non vendo ma compro”.

 

 

Pillole su Luis Fernando Muriel Fruto

Meglio noto come Luis Muriel (Santo Tomás, 16 aprile 1991), è un calciatore colombiano, attaccante della Sampdoria e della Nazionale colombiana.

È un attaccante ambidestro, dotato di tecnica e velocità fuori dal comune. Per l’abilità nel dribbling, le doti da scattista e l’innato fiuto del gol è stato paragonato a Ronaldo. Nella stagione 2012-2013, agli ordini di Francesco Guidolin, ha dimostrato di poter agire con ottimi risultati anche come trequartista o seconda punta. Dal 2013 alcuni problemi di peso ne hanno limitato il potenziale atletico.

Leggi anche:  Clamoroso ritorno per l'Inter

 

Inizia la carriera nel 2001 nelle giovanili dell’Atlético Junior. Nel gennaio 2008 passa al Deportivo Cali, in cui debutta in prima squadra nella massima serie colombiana il 12 luglio 2009 nella partita vinta 1-0 contro l’Envigado.

Nel mese di marzo 2010, durante il Torneo di Apertura, si mette in evidenza segnando 5 gol in una striscia di 3 partite consecutive. In tutto con il Deportivo Cali segna 9 reti in 11 presenze. Il 7 marzo 2010 contro il Caldas realizza una tripletta la partita viene vinta 3 a 0 grazie ai suoi gol. Il 18 aprile 2010 segna 2 gol nella partita vinta 5 a 2 contro il Cortulua, nella stessa partita realizza 2 assist.

 

Il 22 giugno 2010 viene ceduto alla società italiana dell’Udinese e il 12 luglio dello stesso anno viene ceduto in prestito al Granada, con cui totalizzerà 7 presenze nella Segunda División spagnola, in una stagione che si conclude con la promozione della squadra nella Liga.

Il 31 agosto 2011 viene acquistato dal Lecce, con cui debutta in Serie A il 26 ottobre 2011 nella partita persa 2-0 contro il Palermo. Segna il suo primo gol il 4 dicembre nell’incontro perso 4-2 in casa del Napoli. Il 30 gennaio 2012 l’Udinese ne riacquisisce la proprietà del cartellino lasciando il giocatore in prestito ai salentini. Il 7 aprile 2012 segna la sua prima doppietta con la maglia del Lecce e in Serie A nella vittoria per 4-2 contro la Roma. Nonostante i suoi 7 gol segnati in 29 partite di campionato, il Lecce retrocede all’ultima giornata e Muriel dà così l’addio ai salentini.

Leggi anche:  Lazio, Radu resta. Milan, da lunedì Gigio è del Psg

 

Nella stagione 2012-2013 torna all’Udinese dopo il prestito, partecipando al ritiro estivo con la squadra friulana. Il 12 settembre rinnova il suo contratto con l’Udinese fino al 30 giugno 2017. Riesce a mettere a segno il suo primo gol in maglia bianconera il 22 dicembre nell’incontro esterno pareggiato 1-1 con l’Atalanta. Il 14 aprile 2013 realizza la sua prima doppietta con la squadra, nella vittoria ottenuta per 3-0 a Parma. Alla fine dell’annata risulta il secondo cannoniere della formazione dietro Antonio Di Natale con 11 gol siglati in 22 partite.

Il 1º agosto, nella prima gara della nuova stagione, segna una doppietta nel terzo turno preliminare di Europa League in casa del Široki Brijeg, battuto per 3-1; queste sono anche le sue prime due reti in competizioni europee. In campionato, il primo gol arriva il 25 agosto nella sconfitta per 2-1 sul campo della Lazio. Conclude la sua seconda stagione in Friuli con 31 presenze totali e 8 gol.

Leggi anche:  Il PSG rilancia per Hakimi!

 

Il 22 gennaio 2015 Luis, dopo aver giocato altre 11 partite con la maglia bianconera, viene ceduto a titolo temporaneo con obbligo di riscatto alla Sampdoria. Viene convocato con la sua Colombia per il campionato del mondo under-20 2011, che si disputa proprio in Colombia e nel quale sigla 4 gol complessivamente: una doppietta nella prima gara, contro la Francia, un gol nella terza partita, contro la Corea del Sud, e un gol nell’ottavo di finale contro la Costa Rica.

Debutta nella Nazionale maggiore il 28 maggio 2012 nell’amichevole non ufficiale contro la Guyana vinta per 7-1 dove mette a segno una doppietta.Fa il suo debutto in una partita ufficiale il 10 giugno 2012 contro l’Ecuador, nella partita persa per 1-0.

Viene convocato per la Copa America 2015 e fa il suo debutto nella partita di quarti di finale sbagliando un rigore nella fase finale dell’incontro, non reso decisivo dall’errore di Biglia.

Il 9 maggio 2016 viene selezionato dal commissario tecnico José Pekerman per la Copa América Centenario che si giocherà sul suolo degli Stati Uniti dal 3 al 26 giugno.

 

  •   
  •  
  •  
  •