Bacca-Cina, il Tianjin di Cannavaro vuole il colombiano

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui


Per il momento è solo una voce di calciomercato, ma il matrimonio tra Carlos Bacca e la Cina non è assolutamente da escludere. Stando alle ultime indiscrezioni il Tianjin, squadra del massimo campionato cinese allenata da Fabio Cannavaro (in cui militano tra gli altri l’ex rossonero Alexandre Pato e l’oggetto del desiderio juventino Axel Witsel), sarebbe alla ricerca di un grande attaccante proveniente dal palcoscenico europeo, dopo il rifiuto dell’attaccante della Fiorentina Nikola Kalinic. Per convincere il rossonero a partire, i cinesi sarebbero disposti ad offrire 30 milioni di euro al Milan per il cartellino del giocatore, mentre per l’attaccante sarebbe pronto un assegno da 12 milioni di euro all’anno.

Ma per il momento pare che Carlos Bacca non abbia intenzione di partire: nonostante l’annata deludente con soli 8 gol segnati in 17 partite di campionato, il colombiano vorrebbe restare a lungo al Milan per conquistarsi una maglia da titolare ai prossimi mondiali in Russia del 2018, e il passaggio in un campionato di livello minore potrebbe soltanto fargli perdere posto nelle gerarchie del c.t. Pekerman. Al momento sembra dunque che il trasferimento di Bacca in Cina sia da escludere, ma c’è tempo fino al 28 febbraio (giorno della chiusura del mercato cinese) per far cambiare idea al Peluca.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan, il dopo Calhanoglu ha già un nome