Calciomercato Torino, ecco il retroscena su Belotti: respinto l’assalto di una big italiana

Pubblicato il autore: Andrea Bellini Segui

Calciomercato Torino

Tutti pazzi per Belotti! L’attaccante granata sta disputando una stagione da sogno, tanto da guidare, al momento, la classifica marcatori della Serie A con ben 22 gol, uno in più di un bomber affermato e di caratura europea come il bosniaco della Roma Edin Dzeko. Oltre ai numeri, impressionanti per un classe ’93, il “Gallo” ha dimostrato di essere un attaccante completo sotto tutti i punti di vista: riguardando le sue 22 realizzazioni, infatti, possiamo notare come il suo repertorio preveda gol segnati sia di destro che di sinistro, nonché di testa e con tiri al volo. L’unica pecca mostrata finora riguarda la realizzazione dei calci di rigore, avendone segnato solo uno su ben quattro calciati: questo vuol dire che, se avesse realizzato tutti i tiri dagli 11 metri, sarebbe a quota 25 reti, che, arrivati a fine marzo, con ancora nove partite da disputare, avrebbe voluto dire avere una chance di poter insidiare il record di 36 gol in una stagione stabilito dall’allora napoletano Gonzalo Higuain nella scorsa stagione.

Leggi anche:  Juventus, Locatelli giornata decisiva: oggi il passaggio in maglia bianconera

Calciomercato Torino: il lungo elenco delle pretendenti a Belotti, tra cui spicca un’italiana

Numeri che, chiaramente, attirano le attenzioni dei top club europei: negli scorsi mesi, infatti, Urbano Cairo ha dovuto respingere al mittente numerose offerte, perlopiù da club di Premier League. Il primo a farsi avanti fu l’Arsenal di Arsene Wenger, il cui fax che riportava un’offerta da 50 milioni è stato prontamente cestinato, dato che, non dobbiamo dimenticarcelo, per l’estero vige la famosa e tanto discussa clausola rescissoria da 100 milioni di euro. Poi è stato il turno di un’altra londinese, il Chelsea di Conte, seguita a ruota dal Manchester United di Mourinho: i “Red Devils”, inoltre, hanno più volte inviato dei loro osservatori allo stadio “Grande Torino” per seguire da vicino le giocate del numero 9 granata.

Leggi anche:  Juve-Locatelli: la Vecchia Signora fa un passo in avanti

Come anticipato, però, tra le società interessate a Belotti ci sarebbe anche un’italiana: stiamo parlando del Napoli. Stando a quanto riportato dall’edizione odierna di “TuttoSport”, infatti, De Laurentiis sarebbe arrivato a pareggiare l’offerta dell’Arsenal di 50 milioni, mettendo però sul piatto anche una contropartita tecnica: nello specifico, si sarebbe parlato di Leonardo Pavoletti. Cairo, però, ha rifiutato anche quest’offerta, il che mostra chiaramente che il patron del Torino punta a rafforzare la propria squadra evitando di vendere (sebbene in questo caso le cifre sarebbero molto importanti) i propri prezzi pregiati; è lunga, infatti, la lista dei giocatori usciti dal Torino negli ultimi anni: si pensi ai vari Cerci, Immobile, e alle cessioni più recenti di Darmian, Glik e Maksimovic, solo per citarne alcuni. Insomma, i tifosi possono stare tranquilli: il “Gallo” non si vende, a meno che non arrivi la cosiddetta proposta indecente, che dovrà essere molto vicina ai 100 milioni di euro della clausola.

Leggi anche:  Juventus, Locatelli giornata decisiva: oggi il passaggio in maglia bianconera

Cairo si tutela: in arrivo Sotirious

Nel frattempo, il Torino non sta a guardare: in estate potrebbe concretizzarsi l’arrivo di Pieros Sotirious, attaccante dell’Apoel Nicosia, che ricorda molto Belotti. Il cipriota è infatti dotato di un’ottima fisicità, grazie ai suoi 186 cm di altezza, e condivide con il bergamasco l’anno di nascita, il 1993. Sotirious dovrebbe arrivare inizialmente come “seconda scelta”, data l’ormai sicura partenza di Maxi Lopez.

  •   
  •  
  •  
  •