Nainggolan fumatore: “Non mi vergogno. Niente Premier, sto bene a Roma”

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Nainggolan

Un giocatore di Serie A, si sa deve seguire un certo stile di vita, curare l’alimentazione ed evitare uno dei vizi più comuni su questa terra: fumare. Il fumo infatti potrebbe avere delle influenze negativa sulla prestazione dell’atleta. Questo sembra non accadere nel caso di Radja Nainggolan che ha parlato dal ritiro in Belgio del suo vizio di fumare: “Fumo e lo sanno tutti. Ma non mi vergogno di quello che faccio. So che dovrei dare normalmente in buon esempio, ho dei figli. Ma devo solo fare il mio lavoro, io sono un calciatore e questo è quello che faccio. Questo vizio non mi impedisce di fare bene il mio lavoro”.

Nainggolan, futuro lontano da Roma?

Nainggolan si è espresso anche sul suo futuro: “A Roma sto benissimo, la mia famiglia è felice e anche il tempo spesso è buono. a volte si fanno scelte per il denaro, altre invece per la qualità della vita, che per me è importante. Inoltre, se andassi in Inghilterra, dovrei ripartire ancora da zero, ma io a Roma sto molto bene. Un’esperienza in Cina? Attualmente no, ma non si può mai dire no prima. Bisogna vedere al momento”. I tifosi giallorossi quindi possono ancora stare tranquilli, Radja non è intenzionato ad abbandonare la capitale per trasferirsi in Premier.
Infine Radja Nainggolan ha fatto una considerazione sul suo nuovo ruolo: “Gioco in un nuovo ruolo e mi piace, agisco più avanti, ma sono sempre un centrocampista anche se sono il primo della squadra ad andare in pressing. Ho fatto 12 gol, ma spesso si guardano solo le statistiche, per cui solo chi segna è il migliore in campo. Ma se sto facendo così bene è anche grazie al lavoro della squadra. E poi anche a Cagliari magari giocavo bene, anche se segnavo di meno”, ha concluso il belga.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Gomez-Fiorentina, una scelta che accontenterebbe l'Atalanta. Ecco perché