Napoli Mertens, stallo nel rinnovo. Cosa accade nel rapporto tra azzurri e belga?

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
dries mertens

Napoli Mertens, prove tecniche di addio?

Prima l’incontro tra il giocatore ed alcuni emissari del Manchester United adesso i primi “screzi” con la dirigenza del Napoli. Diventa sempre più intricato il nodo rinnovo del contratto di Dries Mertens, attaccante belga grande protagonista della stagione della formazione di Maurizio Sarri. Napoli Mertens, ecco i nodi da sciogliere – Iniziano a delinearsi i contorni di quello che i tifosi napoletani sperano non si trasformi da qui a qualche mese nel nuovo “tormentone” che animerà l’estate azzurra. L’attaccante belga ha il contratto in scadenza nel giugno del 2018 ed i confronti con la società del Napoli per cercare di giungere ad un accordo per prolungare l’avventura di Mertens con la maglia azzurra non sembrano stiano dando i frutti sperati. Sono in particolare due gli elementi di discordia che non stanno consentendo alle parti in causa di guardare con ottimismo al futuro.  Il primo riguarda l’ingaggio (ballano circa 500 mila euro tra le parti), il secondo la clausola rescissoria valida solo per l’estero che AdL vuole fissare a 50 milioni, cifra ritenuta troppo alta dall’entourage del calciatore che a maggio compirà 30 anni.
Napoli Mertens, le big d’Europa in agguato – Per rinnovare il contratto con la società napoletana l’attaccante belga vorrebbe un importante ritocco dell’ingaggio, arrivando a tre milioni di euro. Una richiesta che il presidente del Napoli, però, non sembra essere disposto ad accettare. L’offerta del Napoli si aggirerebbe attorno ai due milioni e mezzo a stagione. Oltre a questo aspetto il rinnovo Napoli Mertens sembra essere lontano anche per un altro fattore: la clausola rescissoria che De Laurentiis vorrebbe inserire nel nuovo contratto dell’attaccante belga.  Per ” blindare” il giocatore il Napoli è pronto ad inserire una clausola rescissoria di 50 milioni di euro da far valere esclusivamente per i club esteri. Un tetto ritenuto fin troppo eccessivo dall’entourage del giocatore che lo valuta come un possibile freno in caso di scelta di separazione dal Napoli. 50 milioni di euro per un giocatore alle soglie dei trentanni effettivamente potrebbero spingere i top club d’Europa a guardare altrove. Il Napoli però deve fare in fretta perchè dal prossimo luglio l’attaccante belga sarà  libero di guardarsi attorno. Le pretendenti non mancano. In Italia è l’Inter la squadra che sembra essere in grado di poter insidiare il Napoli con Suning pronto ad infiammare il prossimo mercato estivo. Tra i club stranieri, invece, è lo United di Mourinho ad essere fortemente interessato al giocatore. L’incontro della settimana scorsa è già un indizio. Adesso toccherà a De Laurentiis trovare la chiave giusta per evitare ad un anno di  distanza un “Higuain bis” che inevitabilmente finirebbe per incrinare i rapporti con i tifosi del Napoli.

Leggi anche:  Supercoppa, Juventus-Napoli 2-0: proteste Napoli sull'1-0 e rigore concesso con il Var. Ecco la Moviola
  •   
  •  
  •  
  •