Rinnovo Insigne, clamorose dichiarazioni dell’attaccante del Napoli!

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Rinnovo Insigne, quale futuro per l’attaccante del Napoli?

Parole pesanti quelle pronunciate dall’attaccante del Napoli Lorenzo Insigne dal ritiro della Nazionale italiana, a Coverciano. Il giocatore del club campano, autore di una seconda parte di stagione ad altissimi livelli, ha parlato della situazione relativa al rinnovo del contratto e del proprio futuro che potrebbe anche non essere più a Napoli. Un campanello d’allarme, quello fatto risuonare da Insigne, che deve far “riflettere” in particolar modo il presidente del club azzurro Aurelio De Laurentiis e che mette preoccupazione tra i tifosi napoletani per i quali Insigne rappresenta il simbolo più rappresentativo della “napoletanità”.  Rinnovo Insigne, i matrimoni possono finire – Dal ritiro della Nazionale italiana Insigne, intervistato dalla Rai, ha parlato a 360 gradi della propria situazione attuale soffermandosi in particolare sull’aspetto relativo al proprio futuro con la maglia del Napoli. La trattativa per il rinnovo del contratto, nonostante alcuni passi indietro fatti dal giocatore dal punto di vista delle richieste economiche, è in una fase di stallo preoccupante. Il 25enne ha manifestato la propria volontà di restare a Napoli ma ha aperto anche ad una possibile clamorosa separazione

Leggi anche:  Per l'esterno è lotta a due Inter-Juventus

Le dichiarazioni di Insigne

“Al presidente ho detto abbastanza, ho fatto quello che dovevo fare e con la mia coscienza sto a posto. Se vuole proseguire questo matrimonio tocca a lui altrimenti ognuno andrà per la sua strada. I matrimoni si fanno in due. Da questa estate ci siamo incontrati e il primo incontro non è andato benissimo ma io dal primo giorno ho lavorato ma poi per il contratto ci sono gli agenti e vedremo. Continuerò a farmi ‘ammazzare’ per il Napoli poi se un giorno qualcuno vorrà infrangere il mio sogno di vincere ci rimarrò male ma poi bisognerà andare avanti. Fiducioso? Sto aspettando loro”.

  •   
  •  
  •  
  •