Roma, Monchi porta Emery al posto di Spalletti?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
monchi

Monchi porta Emery alla Roma?

Ormai manca solo l’annuncio ufficiale. Il nuovo d.s. della Roma sarà Ramon Rodriguez Verdejo, detto Monchi. L’ex direttore sportivo del Siviglia ha avuto già un incontro con la dirigenza giallorossa a Londra. Il meeting con il presidente Pallotta e i suoi collaboratori è servito a pianificare le strategie future della Roma. Monchi sarà affiancato da Frederic Massara, attuale d.s. romanista. Per il futuro prossimo c’è da valutare la posizione di Luciano Spalletti, in allenatore in scadenza di contratto. Nelle prossime settimane, forse dopo il derby di Coppa Italia, ci sarà il primo incontro Monchi-Spalletti. Il tecnico giallorosso non è per niente sicuro di restare alla Roma anche l’anno prossimo. Anzi nelle ultime settimane la sua posizione sulla panchina romanista si è fatta sempre più incerta. In caso di addio il sostituto di Spalletti potrebbe essere Unai Emery. L’attuale allenatore del Paris Saint Germain ritroverebbe nella capitale il vecchio amico Monchi. I due hanno fatto le fortune del Siviglia, artefici delle tre Europa League consecutive conquistate dagli andalusi.  Spalletti ha sempre detto che il suo futuro è legato ai risultati. Al tecnico giallorosso resta il campionato e il ritorno di Coppa Italia con la Lazio. Assorbita la bruciante eliminazione in Europa League, la Roma ha un secondo posto da difendere e una difficile rimonta da provare contro i biancocelesti di Simone Inzaghi. Una Roma dal futuro enigmatico dunque, la certezza è si parlerà spagnolo in dirigenza, sarà così anche per la panchina giallorossa?

Monchi, ecco i primi obiettivi del nuovo d.s della Roma

Monchi firmerà un contratto triennale con la Roma. E’ tutto fatto dopo l’incontro a Londra con Pallotta e soci. Durante il meeting londinese si sono tracciate le linee guida del futuro prossimo giallorosso. Il calciomercato romanista non può prescindere dalla conquista diretta della Champions League. Con l’accesso diretto alla fase a gironi si potrebbe sacrificare un solo elemento sul mercato, Manolas, tenendo gli altri big presenti nella rosa. In caso di terzo posto, quindi con il playoff da disputare, le cessioni eccellenti potrebbero essere due. Sul mercato invece si punterebbe sui talenti in giro per l’Europa. A questo proposito si può spiegare l’ingaggio di Monchi, grande scopritore di talenti. In questa direzione il futuro d.s giallorosso sta già scandagliando il mercato internazionale. I nomi sul taccuino di Monchi sono il turco Ozyacup, centrocampista del Besiktas. Altro profilo giusto per la Roma è quello di Rachid Ghezzal del Lione, attaccante dal grande talento. Per quanto riguarda invece i giocatori di maggiore esperienza si valutano Gael Clichy e Jesus Navas del Manchester City. Quest’ultimo lanciato proprio da Monchi al Siviglia. Una Champions League diretta da conquistare, poi partirà la nuova era giallorossa con Monchi sceneggiatore, il regista sarà ancora un toscano pelato?

  •   
  •  
  •  
  •