Closing Milan, dalla permanenza di Donnarumma ai rinforzi estivi: ecco come cambia il mercato con la nuova proprietà

Pubblicato il autore: Salvatore Masiello Segui

Cesc Fabregas con la maglia del Chelsea

Giovedì 13 aprile 2017 è stata una giornata storica per il Milan, che ha ufficialmente cambiato proprietà, passando dopo 31 anni da Silvio Berlusconi a Yonghong Li. Quest’ultimo, infatti, dopo diversi mesi di trattative, ha finalmente acquistato il 99,93% delle azioni del club rossonero detenute da Fininvest per una cifra complessiva di 740 milioni di euro. Il nuovo patron ha subito dichiarato di voler ‘riportare il Milan sul tetto del mondo’, ma ovviamente per farlo servirà un piano di rafforzamento di qualità.

Closing Milan: primo passo trattenere Donnarumma
La nuova società rossonera dovrà subito mettersi a lavoro sul fronte calciomercato: il primo obiettivo sarà ovviamente quello di trattenere i big già presenti in organico, a partire da Gianluigi Donnarumma. Quest’ultimo, infatti, ha compiuto 18 anni lo scorso 19 febbraio ed è pronto a firmare il primo vero contratto da professionista, che dovrà essere certamente importante come fatto capire spesso anche dal suo procuratore Mino Raiola. Trattenere l’estremo difensore campano, infatti, rappresenterebbe un primo grande successo per la proprietà cinese, soprattutto perché sul giocatore è forte l’interesse di numerosi club esteri, mentre in Italia si è fatta avanti la Juventus.

Leggi anche:  Le commoventi parole di Milik alla città e ai tifosi del Napoli: "Mi porto via un pezzo di voi" (VIDEO)

Calciomercato Milan: un grande colpo per reparto
Dopo il derby in programma sabato 15 aprile alle 12,30, mancheranno solamente sei gare alla fine del campionato. La compagine di Vincenzo Montella occupa attualmente il sesto posto in classifica, che vorrebbe dire qualificazione ai preliminari di Europa League, obiettivo minimo stagionale, ma utile per tornare a competere ad alti livelli. Yonghong Li ha intenzione di investire pesantemente nell’opera di rafforzamento dell’organico, il quale avrebbe bisogno di almeno 3-4 acquisti. In difesa il primo colpo potrebbe essere Senad Kolasinac, terzino in scadenza di contratto con lo Schalke 04 e seguito anche dalla Juve, a sua volta interessata anche a Mattia De Sciglio. Serve, poi, anche un centrale da poter affiancare a Romagnoli e in questo senso il nome di Musacchio sembra essere il più concreto.

Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: tutti i colpi della sessione invernale 2021

A centrocampo l’obiettivo è un regista di qualità capace di dettare i tempi e allo stesso tempo far crescere Manuel Locatelli. Negli ultimi giorni è tornato nuovamente di moda il nome di Cesc Fabregas, trattato già la scorsa estate con il Chelsea, ma allora l’affare non andò in porto poiché i londinesi non vollero accettare la proposta di prestito fatta dal Milan. Quest’ultimo, quindi, potrebbe fare un nuovo tentativo presentando un’altra offerta, anche se stavolta la trattativa si preannuncia molto più difficile, visto che lo spagnolo è diventato fondamentale nello scacchiere tattico di Antonio Conte. Sul fronte offensivo, infine, appare ormai certa la partenza di Deulofeu, destinato a tornare al Barcellona. Per sostituirlo il nome principale è quello di Keita Baldé, il quale non ha ancora rinnovato con la Lazio, ormai rassegnata a perderlo a fine stagione; per convincere Lotito, però, servirà un’offerta di almeno 25 milioni di euro. Il reparto offensivo, inoltre, potrebbe vedere anche un acquisto nella zona centrale, soprattutto se uno tra Carlos Bacca e Gianluca Lapadula saluterà a fine stagione: il sogno è Pierre-Emerick Aubameyang del Borussia Dortmund, seguito anche dal Real Madrid.

  •   
  •  
  •  
  •