Rinnovo Donnarumma, Raiola spaventa il Milan: al momento non si tratta. L’offerta dei rossoneri non basta?

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado

Rinnovo Donnarumma, fase di stallo nella trattiva

Al momento non ci sono gli elementi per temere clamorosi ribaltoni. Ma piccoli segnali fanno capire come il rinnovo Donnarumma sarà molto complicato. La nuova proprietà rossonera ha fissato tra le priorità quelle dei rinnovi dei contratti dei giocatori più importanti del Milan tra i quali, ovviamente, quello del portiere Gianluigi Donnarumma.  Per questo motivo Yonghong Li ha dato mandato all’amministratore delegato Fassone di avviare i contatti con l’agente del portiere rossonero per iniziare a presentare al potente Raiola il progetto futuro del nuovo Milan. Un progetto che vedrà, o quanto meno sperano in questo modo i proprietari del club, il giovane Donnarumma simbolo del nuovo corso rossonero. Al momento però, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, le parti sarebbero ancora molto distanti dal trovare l’accordo per il rinnovo Donnarumma.
Trattare con Mino Raiola è sempre stato difficile e complicato e lo è ancora di più quando sul tavolo vi è il futuro di un campione appena 18enne e con un futuro da protagonista davanti a se.  Al momento i tentativi del Milan di porre le basi per il rinnovo contrattuale del portiere non hanno avuto buon esito. Raiola non tratta e chiede soldi e garanzie future forte com’è dell’interesse nei confronti di Donnarumma dei più importanti club europei, i due Manchester su tutti. Fassone ritiene incedibile il portiere ed avrebbe pronta un’offerta di rinnovo con adeguamento dell’ingaggio del numero uno del Milan: 3,2 milioni di euro a stagione con la promessa di graduali ritocchi verso l’alto più la fascia di capitano del club. Offerta questa che per ora non sembra aver “affascinato” più di tanto Raiola che avrebbe deciso di non trattare con il Milan. A dare forza alla posizione dell’agente del portiere vi sono le sirene estere che continuano a risuonare in maniera molto forte sul futuro di Donnarumma. Manchester City e Manchester United da un lato e Real Madrid dall’altro sono pronto a riempire di soldi il giovane portiere: ingaggio faraonico da oltre sette milioni di euro. Sarebbe questa l’offerta che i due Manchester ed i Blancos sarebbero pronti a recapitare a Donnarumma pur di convincerlo a lasciare Milano. Davanti a queste cifre il Milan dovrà fare un importante sforzo per convincere Donnarumma a sposare il progetto rossonero, non soltanto dal punto di vista economico ma anche da quello che riguarda il progetto di rafforzamento generale della rosa del Milan: senza investimenti sul mercato che possano far aspirare il Milan ad obiettivi di un certo livello il rinnovo Donnarumma diventerebbe molto difficile

  •   
  •  
  •  
  •