Sarri gela il Napoli: “Rinnovo Mertens e Insigne o ciclo chiuso”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
sarri

Rinnovo Mertens ed Insigne, le spine di De Laurentiis

Dopo la vittoria contro l’Udinese di ieri sera che ha avvicinato il Napoli al secondo posto, occupato dalla Roma, il tecnico azzurro Maurizio Sarri ha parlato del futuro del club e della sua esperienza sulla panchina della formazione partenopea, lanciando un chiaro messaggio al presidente Aurelio De Laurentiis.
Sul futuro del Napoli pesano in maniera molto importante i nodi del rinnovo Mertens e Insigne . I due attaccanti, trascinatori della formazione napoletana in questa stagione, sono alle prese con difficili trattative con il club azzurro che al momento non hanno sortito nulla di positivo. Sul belga c’è il forte interessamento del Manchester United con Mourinho che vorrebbe il talentuoso attaccante nella rosa della prossima stagione del club inglese. Le sirene dello United affascinano Mertens che potrebbe poter strappare il suo ultimo contratto “pesante” della carriera proprio allo United. La situazione dell’attaccante italiano, invece, negli ultimi giorni è diventata leggermente meno complicata grazie all’apertura del presidente De Laurentiis alle richieste del giocatore. Il Napoli avrebbe offerto un cospicuo incremento dell’ingaggio ed un nuovo contratto quadriennale. Rimangono da sciogliere i nodi relativi ai diritti d’immagine del giocatore.
Il futuro di Mertens ed Insigne è , secondo Sarri, strettamente legato anche a quello del suo Napoli. Infatti in caso di mancato rinnovo dei contratti dei due giocatori secondo Sarri si chiuderebbe anche il ciclo che tante soddisfazioni ha dato a tutti i tifosi napoletani negli ultimi anni.

Leggi anche:  Insigne cerca il 100° gol in azzurro ma sbaglia quello più importante

Rinnovo Mertens – Insigne, le parole di Sarri

“L’importanza di rinnovare i contratti di Insigne e Mertens per rilanciare la sfida alla Juve l’anno prossimo? Non sono nelle condizione di chiedere niente, io ho solo detto che questi due ragazzi sono due simboli di questo ciclo del Napoli e che se si continua con questo ciclo è giusto che ci siano ancora, se no va considerato chiuso questo ciclo”,

  •   
  •  
  •  
  •