Attacco Milan, in pole c’è Kalinic: chi sarà il prossimo?

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta

Milan
Da quando il Milan ha cambiato proprietà, i giornali non hanno fatto altro che accostare ai rossoneri una marea di giocatori. Per quanto riguarda il sostituto di Bacca, nelle ultime settimane si erano fatti i nomi di Morata, Aubameyang, e Benzema. Ora sembra prendere corpo l’ipotesi Kalinic. L’attaccante croato sarebbe la soluzione più economica visto che i Della Valle lo valutano sui 35 milioni di euro. Ma è veramente il nome in grado di scaldare l’esigente tifoseria rossonera? Forse no. Il calciomercato comunque inizierà ufficialmente la prima settimana di luglio, quindi tempo per valutare bene come muoversi c’è.  Può anche darsi che fra una settimana spunti un nuovo nome per il dopo Bacca. I tifosi del milan però, dopo quanto dichiarato da Fassone in questi giorni e il budget vicino ai 130 milioni di euro messo a disposizione per il mercato dalla nuova proprietà, si aspettano almeno un pezzo da 90 per l’attacco.  Per sapere quali siano realmente i nomi per sostituire l’attaccante colombiano, forse bisognerebbe chiedere direttamente a Fassone e Mirabelli. Quindi ai tifosi rossoneri non resta che aspettare. Una cosa è certa, la nuova proprietà a voglia di spendere, visti i nomi che circolano anche per gli altri reparti.  Al momento non sappiamo se il Milan potrà essere la regina del mercato estivo.

Leggi anche:  Juventus, Agnelli congela i rinnovi: Cuadrado e gli altri partenti

Il grande rinforzo del Milan dovrebbe essere in attacco

Fassone e Mirabelli, da quando si è insediata la nuova proprietà, stanno girando l’Europa per regalare a Montella un attaccante da almeno 20 goal a stagione e in grado di risolvere da solo le partite.  La soluzione più economica sembra essere l’attaccante  della Fiorentina Nicola Kalinic.  Il croato al momento non sembra essere un attaccante da grande squadra. In questo anno e mezzo con la maglia viola ha mantenuto più o meno lo stesso rendimento almeno in campionato.  In quello 2015/2016 ha giocato 36 partite mettendo a segno 12 goal. Nella stagione che sta per concludersi, ha messo a segno ben 19 goal dei quali 14 in campionato giocando 35 partite complessive.  Quest’anno la competizione nella quale si sono viste le sue doti da prima punta, è stata l’Europa League dove ha messo a segno 5 goal in 7 partite. Un bottino niente male. Chissà come mai è riuscito ad essere più decisivo in Europa League rispetto al campionato.

Leggi anche:  Juventus, Agnelli congela i rinnovi: Cuadrado e gli altri partenti

Se paragonato ai vari Morata, Aubameyang e Benzema accostati al Milan in queste ultime settimane, il ventinovenne croato sembra essere quello che entusiasma meno i tifosi. Poi può darsi che Vincenzo Montella, avendolo allenato a Firenze, riesca  a farlo rendere al meglio e farlo definitivamente esplodere con una stagione da almeno 20 goal in campionato. Certo che se la nuova proprietà si dovesse presentare con un Morata, Aubameyang o Benzema come colpo in attacco, sarebbe tutta un’altra cosa. Sarebbe un segnale di forza importante. Vorrebbe dire che il Milan ha mantenuto fede alle promesse fatte da Fassone il giorno della presentazione e cioè di tornare ad essere competitivi in Italia e in Europa.
Il casting per il sostituto di Bacca è ancora aperto. Quale sarà il prossimo nome accostato ai rossoneri? Al momento per quanto riguarda il reparto avanzato  l’unica trattativa ad avere un minimo di fondamento  sembra essere lo scambio LapadulaSimeone con il Genoa.

  •   
  •  
  •  
  •