Crisi Milan, senza Europa Montella a rischio esonero. E rispunta Mancini

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado
montella bacca

Crisi Milan, per la prossima stagione torna di moda il nome di Mancini

Il Milan in crisi di risultati e Vincenzo Montella torna sulla graticola. Il finale di stagione dei rossoneri prometteva ben altri risultati e adesso con l’Europa League a rischio anche il futuro del tecnico napoletano torna ad essere messo in discussione.
La crisi Milan, seppur non così “pesante” come quella dei cugini interisti, è viva e si tocca con mano. Le sfide contro Pescara, Empoli e Crotone hanno fruttato ai rossoneri soltanto due punti sui nove disponibili e se il Milan continua a rimanere aggrappato all’Europa League è soltanto grazie alla concomitante crisi dell’Inter e ad una Fiorentina che si è buttata via anche lei nelle ultime giornate. L’attuale sesto posto in classifica rappresenta lo spartiacque decisivo della stagione del Milan e di Montella che senza la qualificazione ai preliminari di Europa League potrebbe vedere a rischio il proprio futuro sulla panchina rossonera.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Empoli-Milan: la scelta su Giroud, Satriano o Destro?

La nuova proprietà cinese del club milanista ha sin dal suo insediamento espresso ampia e piena fiducia nei confronti del tecnico napoletano ed anche le parole dell’amministratore delegato del club, Marco Fassone, hanno “tranquillizzato” Montella circa la volontà della società di proseguire anche il prossimo anno il percorso avviato in questa stagione dall’Aeroplanino. Gli ultimi risultati della squadra rossonera e la crisi Milan in atto hanno però messo in discussione Montella e gli scenari sul futuro del tecnico, come scrive questa mattina La Repubblica, sono abbastanza “scuri”. L’allenatore rossonero, difatti, è, come tutto il Milan, del resto, sotto esame da qui fino alla fine del campionato. Qualora dovesse mancare il sesto posto e, pertanto, la qualificazione ai preliminari della prossima edizione dell’Europa League, Montella, legato al Milan da un altro di contratto, potrebbe essere sollevato dall’incarico.  Ad insidiare Montella vi sarebbe l’ex allenatore dell’Inter Roberto Mancini che continua a stare alla finestra, in attesa di una proposta allettante per tornare in corsa.  Il nome di Mancini, pur probabilmente non godendo della piena approvazione dei tifosi rossoneri visti i trascorsi interisti dell’ex tecnico del City, rimane molto d’attualità in casa milanista. I suoi rapporti con Fassone e Mirabelli sono ottimi ed in caso di suo approdo al Milan si andrebbe a ricomporre il trio che ha già lavorato insieme in maniera proficua proprio all’ Inter.  Mancini era stato già accostato alla panchina del Milan nei mesi scorsi e adesso, in caso di fallimento di Montella, proprio l’ex Inter potrebbe essere il nuovo tecnico sul quale la proprietà cinese del club rossonero potrebbe puntare per ripartire con un nuovo progetto tecnico in grado di riportare il Milan tra i top club d’Italia e d’Europa.

  •   
  •  
  •  
  •