Mercato Roma: De Rossi in scadenza, l’Inter offre un biennale

Pubblicato il autore: Morgana Corti


La sconfitta nel derby sembra aver definitivamente chiuso la corsa per lo scudetto, ma i giallorossi ora si devono difendere da il Napoli di Sarri per non passare dai playoff di Champions.
Il problema principale riguarda il mercato ed alcuni contratti in scadenza, oltre a quello di Totti c’è anche Daniele De Rossi che non ha ancora firmato il rinnovo. Il centrocampista è in scadenza e a giugno dovrebbe rinnovare, ma da parte degli americani non c’è stata ancora una vera e propria mossa per blindarlo.

Da entrambe le parti c’è sicuramente la volontà di continuare a lavorare insieme, infatti De Rossi ha iniziato la sua carriera tra i professionisti nel lontano 2001 e non si è più spostato da Roma, nonostante spesso sia stato accostato durante il mercato a numerose squadre italiane ed estere.
In casa Roma si era formulata inizialmente una proposta: un contratto annuale di 2 milioni di euro, ma dopo l’insistente pressing dell’Inter, la società giallorossa ha deciso di alzare il prezzo, portando sul tavolo un contratto annuale con un opzione per un secondo anno a 3 milioni di euro con bonus, quindi il giocatore arriverebbe a guadagnare 4 milioni di euro.
La Roma ha dovuto alzare la proposta perché l’Inter sul piatto aveva offerto ben 5,5 milioni di euro, ma si sa la volontà del giocatore è sempre stata quella di rimanere nella capitale e presto dovrebbe firmare il nuovo contratto; oltre alla società nerazzurra, c’erano anche il Milan, il Chelsea e la Juventus sulle tracce di De Rossi, che difficilmente accetterebbe di giocare in un’altra squadra italiana che non sia la sua amata Roma.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Brozovic si ferma, Inter in ansia: ecco quanto potrebbe star fuori il centrocampista