Belotti, patto con Cairo e probabile rinnovo. Il Milan non molla e intanto chiude per Kalinic

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

Belotti, dopo l’incontro con Cairo il centravanti si riavvicina al Torino. Intanto il Milan chiude per Kalinic

Il sogno di mezza estate del Milan, ormai non più nascosto, è Andrea Belotti. Per i dirigenti rossoneri Fassone e Mirabelli il centravanti del Toro sarebbe la ciliegina sulla torta di un mercato straordinario e inatteso.  Ma il patron del Torino Urbano Cairo non fa sconti: via solo per un’offerta choc, dagli ottanta milioni in su più le contropartite tecniche, o non se ne fa nulla. E c’è di più: nel corso della riunione con il centravanti di Calcinate nel ritiro di Bormio, Cairo avrebbe rilanciato offrendo il rinnovo del contratto. Si parla di circa 3 milioni di euro all’anno, compresi i bonus. Del resto l’offerta del club rossonero di circa 60 milioni di euro, comprensiva dei cartellini di Niang e Paletta, è stata ritenuta da subito troppo bassa dal club granata. Si vocifera anche che Cairo avrebbe deciso di non cedere il calciatore in Italia e che considererebbe, dunque, soltanto offerte provenienti dall’estero, ovviamente da 100 milioni, cifra della clausola rescissoria. Eppure il Milan sembra non mollare la presa, nonostante ad oggi la strada sia sempre più in salita. Il duo Fassone-Mirabelli una volta tornato in Italia dalla tournée in Cina cercherà di capire se ci sono i presupposti per un rilancio. Intanto stasera Il Gallo Belotti sarà in piazza a Bormio per la presentazione del Torino ai suoi tifosi: chissà che questa non sia la giornata che fugherà ogni dubbio, in maniera definitiva, dalla testa del centravanti della Nazionale Italiana.

Leggi anche:  Torino: dentro i giovani, bene con Singo ora tocca a Segre!

Milan, Belotti si allontana. Intanto si prova a chiudere per Kalinic

Una settimana fa circa la lista degli obiettivi in attacco del Milan era chiarissima: Belotti, Aubameyang e Morata in cima, sullo sfondo Nikola Kalinic già trattato con la Fiorentina a giugno. Di Belotti abbiamo già spiegato la situazione attuale, Morata ha abbracciato da un paio di giorni Antonio Conte e il Chelsea per una cifra vicina agli ottanta milioni di euro, mentre la situazione relativa a Pierre-Emerick Aubameyang sembra ancora poco chiara: nella giornata di ieri Sky Sport ha ribadito la volontà del calciatore di non rinnovare con il Borussia Dortmund per tornare al Milan, la Bild invece spiega che il gabonese avrebbe deciso di rimanere in maglia giallo nera fino a gennaio per poi approdare al Tianjin Quanjian in cambio di settanta milioni di euro per il club tedesco e di venti milioni di euro a stagione per lui. Cifre monstre, impareggiabili anche per il club meneghino ma smentite con una nota ufficiale pochi minuti fa direttamente dal club di Dortmund: la situazione, dunque, è in divenire e non sono da escludere colpi di scena.

Leggi anche:  Torino-Entella, sarà Longo contro Giampaolo?

Intanto però l’obiettivo più semplice da centrare sembra essere ad un passo: lunedì sarà la giornata decisiva per l’approdo in maglia rossonera di Nikola Kalinic. Il centravanti croato, in rotta con la Fiorentina, vuole solo il Milan. Fali Ramadami, mediatore della trattativa, è atteso a Milano per chiudere la trattativa da circa 30 milioni di euro. Nell’operazione potrebbe rientrare anche il prestito di Niang.

  •   
  •  
  •  
  •