Bernardeschi saluta la Fiorentina: “Grazie per avermi cresciuto”

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui


Dopo l’ufficialità e la firma del contratto con la Juventus, Federico Bernardeschi ha deciso di salutare con un lunghissimo post su Instagram. la sua ex squadra, la Fiorentina, che l’ha cresciuto e lanciato nel mondo del calcio che conta. Ormai salutare la propria squadra ed i propri tifosi tramite i social network sta diventando un’abitudine consolidata tra i calciatori e Bernardeschi ha voluto imitare quanto fatto da altri colleghi.

Nel suo lungo post, l’attaccante ha ringraziato diverse persone, innanzitutto i tecnici che durante tutta la sua carriera nelle giovanili gli sono stati accanto poi è toccato al club gigliato
Queste le parole dedicate al suo club “Per questi 12 anni voglio ringraziare la società Fiorentina che mi ha cresciuto, per avermi fatto diventare uomo, voglio ringraziare tutte le persone che mi sono state accanto. Ma soprattutto vorrei ringraziare tutte quelle persone di cui si parla poco, che lavorano fianco a fianco di noi giocatori, che nessuno nota perché non si vedono mai.”

È arrivato il momento dei ringraziamenti. Per questi 12 anni, voglio ringraziare la società Fiorentina per avermi cresciuto e per avermi fatto diventare un uomo, voglio ringraziare tutte le persone che sono state al mio fianco. Quelle che tra oneri ed onori si sono prese tutto. Ma soprattutto vorrei ringraziare tutte quelle persone di cui si parla poco ma che lavorano fianco a fianco di noi giocatori,quelle che nessuno nota e nessuno vede perché dietro le quinte. Mi riferisco ai magazzinieri,fisioterapisti,dottori,addetti ai lavori, dal primo all'ultimo. A coloro che mi hanno sempre sostenuto e hanno combattuto al mio fianco. Di voi non mi scorderò mai perché avete costruito con me le fondamenta e soprattutto perché avete messo il cuore prima del lavoro,sempre. GRAZIE! Ora… Sono giunto al principio di un nuovo cammino. Che dire… Non poteva iniziare meglio di così. GRAZIE per avermi già fatto provare emozioni indescrivibili, GRAZIE per i brividi trasmessi, GRAZIE per l'affetto dimostrato, GRAZIE per la stima e la fiducia riposte in me. Non vedo l'ora di cominciare questa nuova avventura, mettermi a disposizione, dare tutto senza riserve ed onorare ciò che vesto. Non voglio peccare di presunzione e promettere, ma una cosa,però, la voglio assicurare..Non mancheranno Mai: Umiltà, Impegno, Grinta , Determinazione e Dedizione. GRAZIE A TUTTI! #Finoallafine #Rock'n'Roll ?

A post shared by Federico Bernardeschi (@fbernardeschi) on

A Firenze l’addio di Bernardeschi è quasi una ferita che dopo tanto tempo si riapre. La vicenda di Federico ha non poche analogie con quella di un certo Roberto Baggio,  anche lui passato alla Juve dopo essere stato il simbolo della Fiorentina con la maglia numero 10 sulle spalle. Proprio nell’ultima parte del messaggio ha ringraziato e parlato della sua nuova squadra, la Juventus : “Sono giunto all’inizio di un nuovo cammino e non poteva iniziare meglio di così. Grazie per l’affetto dimostrato, Grazie per la stima e la fiducia che avete riposto in me. Non vedo l’ora di cominciare questa nuova avventura e mettermi a disposizione, dare tutto senza riserve ed onorare ciò che vesto.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus-Dybala: "É anche superfluo parlare di contratti per questa persona". La Joya è finita