Mercato Inter: per Vidal pronti 50 milioni, Spalletti vuole tenere Perisic

Pubblicato il autore: Marco Alessandri Segui


C’è poco da girarci intorno. Il mercato dell’Inter, almeno ad oggi, ha deluso le aspettative. Ancora nessun colpo roboante, nessun top player. Il tutto mentre nell’altra sponda di Milano si registrano dieci acquisti, tra cui anche il colpo Bonucci, prelevato dalla Juventus per 42 milioni. I tifosi nerazzurri attendono con ansia qualche novità proveniente dall’ambiente, fiduciosi che da qui al 31 agosto il ds Sabatini farà qualcosa.

Di oggi, è la notizia che l’Inter avrebbe offerto 50 milioni al Bayern Monaco per riportare Arturo Vidal in Italia. Il cileno, ex Juve, sarebbe il piano B rispetto a Nainggolan, pronto al rinnovo con la Roma.
Al centrocampista campione di Germania, Sabatini avrebbe offerto un quadriennale da 8 milioni netti a stagione, ricevendo il gradimento del giocatore. Tutto fatto quindi? Macchè, visto che l’attuale allenatore dei bavaresi, Carlo Ancelotti, si è opposto alla sua cessione, ritenendolo ancor più fondamentale dopo l’addio di Xabi Alonso e l’infortunio di Thiago Alcantara. Trattativa che, in ogni caso, non è ancora iniziata anche se permane l’intenzione di Suning di regalare a Spalletti un centrocampista che sposti gli equilibri.

Leggi anche:  Inter-Real Madrid, le probabili formazioni: Benzema out, Conte lancia i fedelissimi?

Sempre per il centrocampo, occhio anche a Duncan. Il giocatore del Sassuolo, infatti, interessa non poco ai nerazzurri, che potrebbero essere intenzionati a riportarlo a Milano dopo l’ottima crescita in Emilia. Qui, a differenza dell’affare Vidal, i costi sono minori, con la richiesta del neroverdi di 15 milioni cash. Sabatini punta a pagarne solo una parte, magari inserendo una delle contropartita gradite agli emiliani. I più quotati, in questo senso, sono Ranocchia e Santon.

Capitolo attacco. Impiegato dal primo minuto nell’amichevole giocato contro lo Schalke, Ivan Perisic è da ieri un po’ più vicino a restare in nerazzurro. Il Manchester United, infatti, non sembra intenzionato ad accontentare la richiesta dei dirigenti dell’Inter, ovvero 50 milioni senza contropartite. Spalletti, dal canto suo, sarebbe ben felice di poter contare sul croato, unico giocatore in rosa in grado di saltare sistematicamente l’uomo. Se dovesse, invece, concretizzarsi la sua cessione, allora qualcosa si muoverebbe.
Ieri sera, infatti, è stato Spalletti in persona a garantire che nel caso in cui dovesse partire Perisic, arriverebbe un giocatore di almeno pari livello. Il nome, non certo nuovo, è quello di Di Maria, in uscita dal Psg, soprattutto nel caso in cui a Parigi arrivassero Neymar (molto difficile) e Alexis Sanchez (possibile, tanto che il cileno ha già avuto colloqui con i dirigenti parigini nella capitale francese).
Oggi, infine, potrebbe essere il giorno di Vecino, che dovrebbe addirittura già essere a Milano per sottoporsi alle visite mediche di rito. Insomma, l’Inter del nuovo corso Spalletti prende (lentamente) forma, per non arrivare impreparati a quella che dovrà essere la stagione della rinascita.

  •   
  •  
  •  
  •