Milan, Mirabelli svela tutto: “Bonucci? Ecco come l’abbiamo preso”

Pubblicato il autore: Alessandro Creta Segui

MILAN, MIRABELLI SVELA: “ECCO COME ABBIAMO PRESO BONUCCI”- E’ stato il trasferimento che ha infiammato la scorsa settimana e che si candida come affare dell’estate del mercato di Serie A. L’addio, burrascoso e non senza polemiche, di Leonardo Bonucci dalla Juventus per la destinazione Milan; un trasferimento che i tifosi bianconeri faticano a digerire e che ha dato ai rossoneri un motivo in più per sperare in un grande campionato.
L’arrivo di Bonucci al Milan potrebbe spostare gli equilibri del campionato: la Juve esce da questo affare particolarmente indebolita sia in difesa che in fase di impostazione, il Diavolo invece ne guadagna sia in tasso tecnico, tattico che di personalità. E’ un leader Bonucci, quel leader che mancava allo spogliatoio del Milan e che forse era diventato troppo ingombrante in quello della Juventus. Una rottura maturata negli ultimi mesi della passata stagione all’interno del gruppo bianconero; dimostrata dal fatto che dopo il passaggio in rossonero solamente due compagni hanno salutato (via social) l’ex numero 19 bianconero.

Leggi anche:  Juventus-Torino, probabili formazioni e le ultimissime dai campi

Con Bonucci ora Montella avrà più soluzioni tattiche a sua disposizione: il centrale di Viterbo può giocare infatti sia in una difesa a 4 che in quella a 3, e proprio in quest’ultima variante che Bonucci da’ il meglio di se in fase di regia ed impostazione. In questi giorni il difensore sta svolgendo i primi allenamenti in Cina con la nuova squadra e Montella potrebbe già schierarlo domani contro il Bayern Monaco in amichevole.

I tifosi della Juventus si stanno riprendendo dalla “botta” della cessione del loro ormai ex beniamino, incapaci forse di comprendere quali siano le vere ragioni dell’addio di colui che era uno degli idoli indiscussi della curva. Un vero e proprio affare da Oscar quello di Fassone e Mirabelli che in un colpo solo indeboliscono la squadra più forte d’Italia e rafforzano una rosa che ha visto molti inserimenti di qualità in questo mercato.
Proprio Mirabelli attraverso le pagine del Corriere dello Sport spiega come è nato e si è sviluppato l’affare Bonucci, dando molti spunti di discussione e svelando parecchi retroscena.

Leggi anche:  Probabili formazioni Serie A - 10° Giornata

Bonucci e’ stata un’occasione di mercato” esordisce Mirabelli, “Con Lucci (l’agente del giocatore, ndr) parlavo di Bertolacci e mi è stato fatto presente che Bonucci poteva cambiare squadra. Mi si è accesa subito una lampadina… All’inizio mi era sembrata una provocazione, una cosa irraggiungibile, e l’ho accennato solo a Montella, non a Fassone“. Un affare dunque che non è nato per volontà della dirigenza rossonera, ma che è stato proposto dall’agente del giocatore stesso.
Siccome anche Montella insisteva su questa possibilità” continua il dirigente rossonero, “abbiamo provato tutti insieme a verificarla e a chiudere il prima possibile l’affare. Al giocatore ho chiesto perché voleva il Milan e mi ha risposto che se doveva cambiare squadra, voleva continuare a essere protagonista. E dalle operazioni di mercato concluse aveva capito che con il Milan avrebbe potuto esserlo“.

Leggi anche:  Lazio De Paul, nuovo nome per la trequarti biancoceleste: piace il 10 dell'Udinese

Una campagna acquisti dunque che oltre a entusiasmare il popolo rossonero sta anche attraendo top player che, come Bonucci, sono affascinati dal progetto rossonero. Conclude infine Mirabelli: “Aggiungo una cosa: Leo non è il solo giocatore importante che è affascinato dal nostro progetto… Sta nascendo un Milan che deve far appassionare la sua gente, un Milan che sta risvegliando l’entusiasmo del popolo rossonero“.

  •   
  •  
  •  
  •