Lazio, un tesoretto da 40 milioni ma il mercato è fermo. Arriverà solo Paletta ?

Pubblicato il autore: Francesca Vernazza Segui


Manca una settimana alla chiusura del mercato, e la Lazio dopo la cessione del difensore olandese Wesley Hoedt al Southampton, incassando più o meno 17 milioni di euro, (15 milioni più 2 di bonus,) è alla ricerca di un giocatore per sostituirlo.

Lotito e Tare sono interessati a Gabriel Paletta, che quest’estate è stato oggetto di varie trattative del Milan con Atalanta, Fiorentina, Genoa, Torino, Fenerbahce e Trabzonspor, ma senza risultato per volontà del giocatore che ha declinato tutte le offerte. Paletta ha caratteristiche simili a Hoedt in quanto è abile nel gioco aereo e sa impostare l’azione dalle retrovie. Qualora la Lazio non riuscisse a convincere Paletta che resta in uscita dal Milan, Tare vorrebbe inserire in squadra Martin Valjent, difensore con grandi qualità tecniche della Ternana, e giocatore della Nazionale slovena under 21, sul quale è forte anche l’interesse del Chievo.
La Lazio segue anche il centrale olandese Jordy de Wijs appartenente alla classe ’95 e alla squadra Psy Eindhoven, e alla Nazionale under 21 (costo 2 milioni) e il difensore austriaco Martin Hinterreger dell’Augsburg che tuttavia il club tedesco non vorrebbe cedere.

Oltre alla difesa, con il tesoretto derivante dalle cessioni di Biglia e Hoedt, la Lazio proverà in questi ultimi giorni di mercato anche a rinforzare l’attacco. Secondo alcune indiscrezioni di stampa, la squadra biancoceleste, ha sondato il West Ham per Diafra Sakho, calciatore che possiede buone doti fisiche e si è dimostrato capace di giocare anche sulle due fasce come esterno d’attacco. Su di lui c’è anche il Bordeaux.
Più difficile arrivare a Manolo Gabbiadini che attualmente gioca nel Southampton. Infine c’è anche l’ipotesi Samuel Gigot del Gent.

Va sottolineato che Lazio, a causa dell’imminente chiusura del mercato, rischia di non raggiungere i propri obiettivi con l’ulteriore rischio di inserire in rosa giocatori che farebbero fatica ad adattarsi immediatamente agli schemi di Inzaghi. Non mancheranno tuttavia le occasioni per rinforzarsi specie negli ultimi giorni di mercato quando le altre società faranno di tutto per piazzare gli esuberi in uscita al miglior offerente.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: