Mercato Juventus, il gran rifiuto: Agnelli gela il Barcellona per Dybala

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Mercato Juventus, no al Barcellona per Dybala

Alla fine Paulo Dybala resterà alla Juventus.  La società bianconera, come già previsto ieri, ha rispedito al mittente l’offerta last minute presentata dal Barcellona che dopo l’addio di Neymar dovrà “accontentarsi” di Dembele per sostituire l’attaccante brasiliano.
Il mercato Juventus è quindi ufficialmente chiuso dopo il tentato blitz del Barcellona che ieri, a poco meno di 24 ore dalla fine della sessione estiva di calciomercato, si è fatto avanti con i bianconeri per la stella argentina Paulo Dybala. Quello del Barcellona è stato un tentativo ufficiale con lo stesso presidente del club spagnolo a provare in prima persona a convincere la Juventus a lasciare partire la Joya.  Il presidente Bartomeu ha chiamato il numero uno della società bianconera Andrea Agnelli per avere Dybala. Il numero uno bianconero però ha risposto picche, blindando la “Joya”.   La Juventus considera l’argentino la base del progetto della società bianconera e lo ritiene incedibile anche di fronte ad una maxi offerta come quella presentata ieri da Bartomeu. Il Barcellona, infatti, era pronta a mettere sul piatto un’offerta da 160 milioni di euro pur di arrivare al giocatore argentino, da tempo seguito dalla società catalana.

Leggi anche:  Juventus terzultima in campionato: stasera possono divenire -10

Il tentativo della squadra spagnola, arrivato quasi sul gong di questa sessione estiva di calciomercato, è figlio delle difficoltà che il Barcellona sta incontrando nel chiudere la trattativa per Coutinho. Il Liverpool per il brasiliano chiede 150 milioni di euro, cifra che gli spagnoli non vogliono spendere per arrivare all’ex giocatore dell’Inter. E così Bartomeu ha provato a piazzare il colpo Dybala avanzando alla Juventus un’offerta da 160 milioni di euro per la Joya. Al di là delle considerazioni tecnico – tattiche relative al ruolo fondamentale di Dybala in questa Juventus i bianconeri non avrebbero potuto mai accettare l’offerta del Barcellona, giunta a 24 ore dalla fine del mercato: non ci sarebbe stata alcuna possibilità per la società torinese di correre ai ripari per sostituire il giocatore argentino.

  •   
  •  
  •  
  •