Mercato Juventus: Marotta “Schick e Keita ? Nessun rimpianto”

Pubblicato il autore: Daniele La Rocca Segui

Calciomercato Juventus

Con l’arrivo di Benedikt Howedes la Juventus ha sistemato la difesa, quest’anno orfana di Leonardo Bonucci e ha chiuso il mercato in entrata. A margine di un workshop, tenutosi a Milano, all’Hotel Melia, sede del calciomercato, è Giuseppe Marotta ha parlato del mercato della Juventus dopo il colpo Howedes, di Spinazzola e dei calciatori vicini ai bianconeri ma non concretizzatisi: Schick finito alla Roma per 42 milioni di euro e Keita approdato al Monaco per sostituire il partente Mbappe.

Marotta: “Juventus, il mercato è chiuso”
Il d.g. ha subito precisato_ “Penso che Howedes sarà il nostro ultimo colpo. Siamo molto contenti della rosa messa a disposizione di Allegri. Non prevediamo operazioni eclatanti in queste ore“. Non prevedere operazioni eclatanti non significa che se avrà occasione di mettere mano su qualche giovane di belle speranze, non lo faccia.
Quindi niente colpi last – minute in previsione per la Juventus a detta del suo d.g.
Durante lo stesso evento ha scongiurato anche la cessione di Asamoah al Galatasaray con l’offerta dei turchi arrivata in modo molto tardivo tanto da impedire alla Juve di sostituirlo adeguatamente in poco tempo.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Juventus-Milan: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

Marotta: “Schick e Keita nessun rammarico”
Il d.g. è intervenuto anche rispondendo a una domanda che chiedeva se Schick, andato alla Roma, e Keita, approdato al Monaco, fossero dei rimpianti di mercato per la Juventus: “Non c’è assolutamente rammarico né per Schick né per Keita. Una cosa sono le esigenze, un’altra cosa sono le opportunità. Keita rappresentava un’ottima opportunità, perché era in scadenza di contratto e avrebbe voluto venire alla Juventus. Ma c’è giustamente la volontà di un club come la Lazio e di un presidente come Lotito che, anche con un pizzico di fortuna al di la della sua abilità, è riuscito a coronare il desiderio di trasferirlo a una cifra sicuramente consistente“.
Come ha detto il d.g. Marotta, Keita voleva solamente la Juventus e per loro prendere un calciatore in scadenza di contratto e deciso a giocare in bianconero sarebbe stata un’opportunità; diverso il discorso Schick che era diventato un calciatore della Juventus fino al 22 giugno restando in un limbo fino al 18 luglio, giorno in cui la Juventus ha rinunciato all’acquisto. Durante l’intervento, Giuseppe Marotta, ha parlato anche di Spinazzola definito caso umano perché vicinissimo a vestire da subito la casacca bianconera sempre desiderata con l’Atalanta che ne blocca il trasferimento immediato rimandandolo al 2018. Rumors di mercato riferiscono che la vicenda Spinazzola è tutt’altro che concluso e che potrebbero esserci sorprese in extremis. Del resto, l’esterno atalantino è ormai un separato in casa all’Atalanta con Gasperini che dovrà faticare parecchio per ridargli le giuste motivazioni per affontae una stagione in cui i bergamaschi dovranno affrontare anche l’impegno di Europa League.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Juventus-Milan: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

Se la Juventus ha realmente chiuso il calciomercato oggi vivrà una giornata da spettatrice, ma Marotta ha sempre stupito gli addetti ai lavori con dichiarazioni seguite poi da fatti contrari; magari se si creasse qualche occasione potrebbero chiudere qualche affare per il futuro. Vedremo in giornata quale sorprese potrebbero riservarci l’ultima giornata di mercato.

  •   
  •  
  •  
  •