Benevento, con Lucioni squalificato possibili obiettivi Mexes e Zaccardo

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

benevento

Lo scorso anno il Benevento è riuscito a scrivere una nuova favola del calcio italiano, approdando per la prima volta nella sua storia in Serie A. L’impatto con il massimo campionato italiano non è stato dei migliori per le Streghe.Nessun punto in classifica, con conseguenti sei sconfitte consecutive, un solo gol segnato, e ben sedici subiti, con conseguente peggior difesa attuale della A. Nessuna squadra, nei maggiori campionati esteri ha fatto peggio del Benevento a livello statistico.

L’allenatore Marco Baroni che sembrava un intoccabile ora inevitabilmente rischia l’esonero. Comunque tecnico a parte, il tasso tecnico dei beneventani è davvero basso, con giocatori poco conosciuti, ma anche con nessuna esperienza in Serie A. L’unico ad aver dimostrato il suo valore, è il trequartista Amato Ciciretti, autore dell’unico gol, siglato finora dalla squadra. E’anche vero, però, che in queste sei partite disputate, il Benevento, si è trovato ad affrontare squadre ricche di blasone e fascino come Torino, Napoli Roma. Dal canto suoIl presidente Oreste Vigorito non sembra disposto ad arrendersi senza lottare dopo un biennio di lavoro fantastico.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Juventus-Milan: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

A complicare ulteriormente le cose in casa Benevento ci si è messo anche il caso Lucioni. Il capitano dei campani è stato trovato positivo a un controllo antidoping effettuato dopo la partita casalinga contro il Torino, ad un anabolizzante chiamato Clostebol. Il giocatore, e la società, sono ancora in attesa delle controanalisi, ma il difensore centrale è stato sospeso, come da prassi, a tempo indeterminato finchè la vicenda non verrà chiarita. Il Benevento si sta già muovendo per sostituire il giocatore, ricorrendo agli svincolati. Due i nomi sul taccuino del ds Di Somma, quelli dell’ex difensore di Roma Milan, il francese Philippe Mexes Cristian Zaccardo, ex campione del Mondo, con la nazionale nel 2006. Due giocatori, per alzare il tasso tecnico della rosa, ma ora attendiamo di verificare quale sarà, la risposta dei diretti interessati. Il secondo, ci sembra al momento, più propenso a trovare una squadra, dopo che aveva messo un annuncio sui vari portali di ricerca lavorativa, alla fine della sua esperienza professionale con il Vicenza. Il transalpino, invece, immaginiamo abbia qualche riserva, ma non è escluso che non possa provare a rimettersi in gioco, a

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Lazio Cagliari: diretta tv e streaming DAZN o Sky?

Per quanto riguarda l’allenatore, nel caso in cui Vigorito, dovesse davvero esonerare Baroni, il nome più probabile è quello di Luigi De Canio, ex allenatore di Udinese Lecce, ma attenzione anche ad uno dei decani degli allenatori di serie A, il 68enne Edy RejaStefano Colantuono, Roberto De Zerbi, Massimo Oddo, le altre opzioni ma difficilmente l’ex capitano della Lazio, in caso di chiamata accetterà nuovamente di rituffarsi in una situazione tecnica e ambientale esplosiva, come accadde lo scorso anno a Pescara. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: