Inter, Perisic rinnova fino al 2022: “Ora sono felice”

Pubblicato il autore: Peppe Fiorino Segui

Ivan Perisic ha rinnovato con l’Inter

Ivan Perisic dopo una lunga estate in cui è stato cercato insistentemente dal Manchester United di José Mourinho ha finalmente rinnovato con l’Inter. L’accordo era stato raggiunto già prima che finisse la sessione estiva del mercato, mancava solo la firma del croata che è arrivata oggi, il croato ha firmato con la società di Corso Vittorio Emanuele fino al 2022 con un ingaggio da 4 milioni di euro più bonus, senza clausola rescissoria. All’inizio si era ipotizzata una clausola di 70 milioni di euro, ma sul contratto non vi è traccia e ciò può essere un bene per i tifosi nerazzurri perchè il prezzo in futuro potrebbe essere molto alto ed inaccessibile per molte pretendenti.
Spalletti aveva più volte ribadito la sua volontà di trattenere il giocatore ed è riuscito a convincerlo dandogli un ruolo da protagonista all’interno della squadra, facendolo sentire fondamentale, anche se all’inizio dell’avventura nerazzurra aveva precisato che la cosa più importante è la squadra e con Perisic l’anno scorso l’Inter non aveva ottenuto niente, ma il 44 nerazzurro alla fine si è convinto del progetto e del sistema del tecnico di Certaldo ed è rimasto anche senza coppe europee da disputare. Trattenere un giocatore acquistato a 17 milioni, che veniva etichettato come strapagato, e che adesso ne vale molti di più, respingendo l’assalto di un grande club come la squadra allenata da Mourinho non è cosa semplice, che la società nerazzurra sia riuscita a farlo è un grande merito.
Il giocatore croato ex Wolfsburg ha detto che dopo un’estate stressante a causa delle trattative adesso è felice ed emozionato, definendo questo giorno “speciale“, aggiungendo ai microfoni di Inter Channel: “Ora guardiamo avanti pensando solo all’Inter. Dopo la firma c’è da pensare solo al campo”, quel campo che finora ha visto l’ala nerazzurra in grande spolvero, in particolar modo contro un diretta concorrente come la Roma, dove ha messo in grande difficoltà Juan Jesus e si è reso protagonista con gli assist per i gol che hanno deciso la partita allo stadio Olimpico.
Sempre al canale tematico dell’Inter Perisic ha avuto parole di elogio per il suo allenatore Luciano Spalletti: “Questa è la prima intervista che faccio dopo tanto tempo, sono rimasto in silenzio per molto tempo, però devo dire che ho parlato con il mister quando sono arrivato alla preparazione e lui mi ha fatto capire che posso essere importante e migliorare, mi ha detto tante cose e mi ha convinto, poi avevo anche parlato con Handanovic che mi ha spiegato di quando lo ha avuto come allenatore nell’Udinese e con Dzeko che ha lavorato con Spalletti nella Roma, mi hanno parlato molto bene e sono contento di poter lavorare con lui”.
Infine ha avuto un pensiero anche per i tifosi dell’Inter che anche con la Spal domenica prossima saranno numerosi: “Con così tanti tifosi allo stadio durante le nostre partite per noi sarà più facile giocare, grazie al loro supporto; ho giocato in Bundesliga e tutte le partite c’erano ottantamila tifosi, se possono farlo loro possono farlo anche i tifosi dell’Inter e spero che verranno tutte le partite”.

  •   
  •  
  •  
  •