Roma, Monchi può esercitare il diritto di ricompra su Sanabria

Pubblicato il autore: Carlo Edoardo Canepone Segui

Sanabria
Le ottime prestazioni con lo Sporting Gijon prima (11 reti in 29 partite) e quelle con il Betis Siviglia poi, non sono passate inosservate. Antonio Sanabria, ex attaccante della Roma, sta definitivamente esplodendo. Da martedì sera tutta la Spagna parla del talento di questo ragazzo che con un preciso colpo di testa al 94′ ha affossato il Real Madrid al Bernabeu, relegandolo a -7 punti dalla capolista Barcellona.

Tecnicamente Sanabria non è più un giocatore giallorosso dallo scorso anno, quando la società di Trigoria lo ha ceduto proprio al Betis per 7,5 milioni di euro. Consapevole delle qualità del paraguaiano, però, la Roma ha comunque deciso di mantenere il diritto di ricompra (a salire) per le successive tre stagioni, una delle quali già trascorsa: nelle prime due annate può esercitarlo versando nelle casse della società biancoverde 11 milioni, mentre nella terza, quella 2018/19, i milioni necessari saranno 14,5 (cioè quasi il doppio della cifra incassata dalla cessione).

Leggi anche:  Sky o Dazn? Dove vedere Roma Udinese: diretta tv e streaming

Il ds giallorosso Monchi, ovviamente, è tornato a monitorare la situazione Sanabria e, nel caso l’esplosione calcistica del ragazzo sia palese, potrà decidere di riportarlo a Roma con una doppia opzione per il suo futuro: trattenerlo in squadra e farlo giocare oppure riscattarlo per poi cederlo al miglior offerente ottenendo una notevole plusvalenza.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,