Milan, i rossoneri sognano Antonio Conte

Pubblicato il autore: Martina Bettio Segui


Dopo l’inizio travagliato in campionato, segnato da ben tre sconfitte in sette partite, i tifosi rossoneri chiedono a gran voce l’esonero di Vincenzo Montella. A seguito della sconfitta contro la Sampdoria, sul tecnico campano sono piovute moltissime critiche, tanto che l’hashtag #Montellaout è diventato da subito virale.
Nella settima giornata di campionato contro la Roma, infatti, i rossoneri hanno subito il secondo ko consecutivo, ritrovandosi a 9 punti dal primo posto, occupato dal Napoli. Un punto in meno rispetto alla stagione scorsa, con una squadra del tutto diversa.

Nonostante le critiche, il tecnico sembra godere ancora della fiducia della società, almeno fino al derby che si giocherà dopo la sosta, ma sa benissimo che sarà il primo a pagare nel caso in cui il Milan commetta un altro passo falso (sarebbe il quarto su otto).
Per ora, a rassicurare Montella è stato il Direttore Sportivo, Massimiliano Mirabelli: “Siamo solo alla settima giornata; abbiamo una squadra nuova, né Montella, né nessun altro allenatore ha la bacchetta magica, abbiamo cambiato tantissimo. Non si ottengono determinati risultati pronti via. Abbiamo un gruppo di giocatori che deve diventare squadra. Per noi Montella sta lavorando bene, bisogna solo sperare che il lavoro ci faccia arrivare a risultati importanti. Dobbiamo cercare di non guardare la classifica, la Roma ha un gruppo rodato, da anni giocano insieme. È una grande squadra, non era facile affrontarla e bene come ha fatto il Milan. Le gare vanno analizzate, vedo cose positive anche in questa sconfitta.”
Montella può, quindi, stare tranquillo, almeno per ora, ma sarà la partita contro l’altra milanese a decidere il suo futuro. È vero che nel corso dell’ultima partita i rossoneri hanno disputato la miglior prestazione di quest’anno, tenendo testa ai giallorossi e meritando, a tratti, anche qualcosa in più, ma c’è ancora tanto lavoro da fare per trovare la giusta coesione come squadra e i giusti ritmi.

Leggi anche:  Cruciani scatenato sull'Inter: "Le sue sorti dipendono da un cretino, fa un po’ ridere e un po’ preoccupare. Conte ha torto marcio..."

Probabilmente non è il momento più adatto per parlare di sostituti, ma, secondo quanto riportato da “Il Corriere dello Sport”, il sogno della dirigenza rossonera sarebbe quello di riportare in Italia l’attuale tecnico del Chelsea, Antonio Conte. Quest’ultimo, in rotta con il club inglese a causa di alcune incomprensioni legate al calciomercato estivo, ha recentemente espresso la sua volontà di ritornare in Italia. Ai microfoni di Radio Anch’io Sport l’ex ct della Nazionale ha dichiarato “Ho nostalgia dell’Italia, è fuori dubbio, non c’è nella mia testa di rimanere all’estero per tanto tempo. L’Italia è il mio Paese, tornerò, non so fra quanto ma l’obiettivo è quello“.

Intanto i tifosi rossoneri, che hanno totalmente perso la fiducia in Montella, sperano nell’arrivo di un grande allenatore che possa riportare il Milan ad alti livelli.
E chi meglio di Antonio Conte potrebbe riuscire in questa sfida?
Con lui la Juventus si è laureata campione d’Italia per ben tre anni consecutivi, oltre ad aver vinto due Supercoppe italiane. Successivamente, il dopo Juve del tecnico pugliese è stato scandito da una parentesi nella panchina della Nazionale, per poi approdare in Inghilterra. Con il Chelsea, infine, è riuscito a vincere il campionato nella sua stagione d’esordio.

Leggi anche:  Inter, Conte: “Bisognerà fare una grande prova di squadra”

Il Milan, nel frattempo, continua a sognare, ma come ha dimostrato Fassone durante il calciomercato estivo, i sogni possono diventare realtà. Chissà se l’AD rossonero riuscirà a “passare alle cose formali” anche con Conte.

  •   
  •  
  •  
  •