Mercato Milan: Suso tentato dal Real Madrid, cessione possibile senza Champions

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui

È l’uomo in più di questo Milan. La sua posizione in campo e il suo utilizzo sono state tra le ragioni per cui Montella è stato messo in discussione dall’ambiente rossonero. Ma ora è un punto fermo, una pedina inamovibile. Jesús Joaquín Fernández Sáez de la Torre, per tutti solamente Suso mette in allarme tifosi e società.

Per la verità è il padre del giocatore che, con alcune dichiarazioni rilasciate a Radio Marca, accende un primo campanello in ottica mercato Milan: “Se torna in Liga, sarà per giocare in una grande squadra. Suso, sin da bambino, è sempre stato tifoso del Real Madrid. Era sempre in ‘blanco’, le sue foto da piccolo sono sempre con la maglia del Real“.

Una fede calcistica che non mette però in grosso allarme il club di via Aldo Rossi. Le parole del padre dello spagnolo, non sembrano aver pesato granché in casa Milan.
Suso, infatti, ha da poco rinnovato il contratto che lo lega alla società rossonera sino al 2022. Nel corso di questa estate il club milanese ha anche resistito alle avance di diversi club interessati al numero 8 confermando il giocatore come punto fermo di questa rosa. D’altro canto però, esiste una clausola rescissoria inserita nel contratto dello spagnolo che si aggira intorno ai 40 milioni di euro alla quale ne Fassone ne Mirabelli potrebbero opporsi. Con le questioni legate anche alla Uefa il discorso Suso potrebbe non essere da sottovalutare.
In caso di mancata qualificazione alla prossima Champions e quindi nello specifico a tutto quello che concerne il Voluntary Agreement, il Milan potrebbe essere costretto a cedere uno dei sui big. Magari lo stesso Suso. Al momento però lo spagnolo pensa solo a segnare coi rossoneri, ma in futuro, chissà che la sua fede madridista non possa cambiare le cose.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Lazio-Milan Primavera: streaming gratis e diretta tv?