Mercato Juventus: dai grandi nomi all’asse di mercato con l’Atalanta

Pubblicato il autore: Lorenzo Profili Segui

Mercato Juventus

Mercato Juventus: caldo l’asse di mercato con l’Atalanta
La collaborazione fra le due società va avanti da tempo in modo proficuo per entrambe e con l’avvento di Gasperini sulla panchina orobica sono svariati i giocatori che si sono messi in luce, agevolati dal modulo e dallo stile di gioco del tecnico. Non ha tardato a farsi vivo l’interesse della Juventus che si è subito assicurata per 15 milioni di euro il giovane Mattia Caldara, difensore centrale classe ’94 rivelazione della passata stagione che ha stupito sia per la solidità difensiva sia per lo spiccato senso del gol -sono 7 le reti messe a segno nella stagione 2016/2017-, e ha provato a riportare alla base Leonardo Spinazzola, esterno classe ’93 -di proprietà appunto bianconera- che ha ben figurato sull’out mancino mostrando facilità di corsa notevole. I due giocatori si trasferiranno a Vinovo con ogni probabilità dalla prossima estate.

Diverso il discorso riguardante Riccardo Orsolini: il giovane talento classe ’97, passato dall’Ascoli alla Juventus in estate per una cifra di 6 milioni di euro più 4 di bonus, non sta trovando molto spazio nello scacchiere di Gasperini e i pochi minuti giocati fino a ora stanno portando la società bianconera a rivedere l’accordo di prestito biennale che lega il calciatore agli orobici. Per il ragazzo capocannoniere dell’ultimo mondali sub 20 si profila un nuovo prestito per gli ultimi mesi della stagione: oltre a varie società di serie B, si sono fatte avanti SassuoloBologna Hellas Verona, tutte piazze gradite per far acquisire minuti ed esperienza al giovane attaccante.Per concludere con l’asse di mercato Juventus-Atalanta, sta tenendo banco in questi ultimi giorni la probabile asta estiva fra Juve Inter per Bryan Cristante, centrocampista orobico classe ’95 rinato dopo la deludente esperienza al Benfica.

Leggi anche:  Dove vedere Juventus-Bologna: streaming e diretta TV. Sky o DAZN?

Mercato Juventus: tutti i giocatori di livello internazionale nel mirino bianconero

Analizzando reparto per reparto, con la bufera Donnarumma tornata a battere violentemente in quel di Milano, si apre di nuovo la questione portiere: al netto di quello che sarà lo sviluppo della vicenda, l’unica società realmente interessata al portierone classe ’99 è il Psg. La Juventus rimane vigile alla finestra.
Sono molti invece i nomi che circolano per il pacchetto arretrato, da anni punto di forza della Vecchia Signora ma che in questo inizio di stagione ha vacillato più del dovuto. Con Alex Sandro in dubbio – conteso da Chelsea Manchester United–  e Lichtsteiner in direzione Lazio, si sonda il terreno per dei terzini: Vrsaljko dell’Atletico Madrid è una pista difficile vista la concorrenza del NapoliFabinho del Monaco è un’idea che sta diventando sempre più concreta vista la duttilità tattica del giocatore, nonostante anche qui la concorrenza sia forte e l’esborso economico da considerarsi importante; il laterale destro classe ’92 ceco Kaderabek, militante nell’Hoffenheim, pare essere una pista interessante vista la crescita importante del giocatore, così come da non sottovalutare la suggestione Meunier del Psg. Fumata nera invece per quanto riguarda il giovane terzino sinistro spagnolo Gayà, non intenzionato a lasciare Valencia.

Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: tutti i colpi della sessione invernale 2021

Per quanto riguarda il centrocampo sembra in dirittura d’arrivo la trattativa intavolata per il centrocampista centrale del Liverpool Emre Can: i mesi di corteggiamento stanno dando i propri frutti e Marotta Paratici stanno conducendo in porto l’affare per regalare a Massimiliano Allegri un giocatore di caratura internazionale; da capire solo se il ragazzo sbarcherà a Torino nella sessione di mercato invernale o esitva -in questo caso arriverebbe a parametro zero-.
Sono per lo più idee astratte le piste che portano a Mateo Kovacic del Real MadridAndré Gomes del Barcellona: il primo è solo una suggestione, il portoghese invece è stato sondato per più di un anno dalla dirigenza bianconera ma sembra che ormai il reale interesse sia sulla via del tramonto. Più concreto invece il pensiero su Dani Ceballos, spagnolo classe ’96 che non sta trovando molto spazio nel Real Madrid, Sergej Milinkovic-Savic: il duttile centrocampista serbo piace e non poco alla dirigenza bianconera ma anche per lui la concorrenza è folta e l’asta si preannuncia folle, con una base di partenza di 80 milioni di euro fissata da Lotito.

  •   
  •  
  •  
  •