Milan, Cutrone rinnova ancora. La società lo blinda con adeguamento dell’ingaggio

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

Cutrone
Dalle parti di Milanello sembra essere scoppiata la Cutrone-Mania, soprattutto dopo il goal vittoria contro l’Inter in Coppa Italia. In pochi mesi sembra essere diventato l’idolo dei tifosi rossoneri che vorrebbero vederlo sempre in campo. A Firenze Gattuso potrebbe dargli una chance dal primo minuto, visto che Kalinic è uscito malconcio dalla partita di coppa. Il prodotto della primavera rossonera, sta vivendo una grande stagione. Il fatto che sia Cutrone,  classe 1998, il miglior marcatore rossonero con 9 goal la dice lunga sullo stato di salute dell’attacco rossonero. Al momento Kalinic è fermo a quota  4 goal e l’ultima rete risale alla partita pareggiata per 2 a 2 contro il Benevento mentre Andre Silva è ancora alla ricerca del primo goal in campionato. Il giocatore portoghese stranamente però è il secondo marcatore della squadra avendo segnato 8 goal tra qualificazione e girone di Europa League. Per una squadra che in estate era stata costruita per raggiungere la zona Champions è un pò poco. E’ importante che il Milan ritrovi anche i goal di Suso fermo a 5 e Bonaventura arrivato a quota 3. Lo spagnolo non va in goal in campionato dalla trasferta di Reggio Emilia contro il Sassuolo del 5 novembre.  La mezzala italiana ha messo a segno gli ultimi goal in campionato contro il Bologna il 10 dicembre.

Futuro da predestinato per Cutrone

Cutrone sicuramente, visti i suoi 19 anni, non solo è il presente ma anche il futuro del Milan. Fassone e Mirabelli non hanno intenzione di cederlo a gennaio. Non prenderanno in considerazione nè offerte di prestito e nè di cessione a titolo definitivo. Quest’estate il prodotto della primavera del Milan ha firmato il suo primo contratto da professionista, a settembre c’è stato un piccolo ritocco dell’ingaggio e nei primi mesi del 2018 potrebbe esserci un nuovo rinnovo. Il contratto di Cutrone scade nel 2021 e la dirigenza rossonera vuole blindarlo. C’è da dire che a Fassone e Mirabelli, come anche al procuratore del giocatore, non sono arrivate offerte da altre società. Cutrone al momento non ha nessuna voglia di lasciare il Milan, visto che sente la fiducia non solo della dirigenza rossonera, ma anche di Gattuso.

Il tecnico rossonero vuole sfruttare il momento positivo del diciannovenne attaccante rossonero, sperando in un suo goal contro la Fiorentina. Indipendentemente da chi va in goal sabato, per il Milan è importante fare punti a Firenze. Certo uscire con i tre punti da un campo difficile come quello della Fiorentina sarebbe una grande prova di maturità per i rossoneri. A Gattuso però, non dispiacerebbe anche un pari.  Tra le novità di formazione c’è anche Calhanoglu, giocatore che vuole far ricredere gli scettici a suon di prestazioni. Al momento le sue prestazioni sono al di sotto delle aspettative.

Vedremo dopo Firenze se il Milan sarà uscito definitivamente dalla crisi oppure quella sull’Inter in Coppa Italia sarà stata una vittoria estemporanea. Nonostante la stagione fatta di alti e bassi il Milan è ancora in corsa per due obiettivi: la Coppa Italia e l’Europa League.  Certo l’obiettivo della zona Champions che Mirabelli e Fassone si erano prefissati quest’estate ormai è definitivamente sfumato, però per Gattuso non sarebbe male provare a vincere una delle due competizioni.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: