Roma: quanto sarà perfida Albione?

Pubblicato il autore: Giuseppe Porro Segui


Lo stato maggiore della Roma si è riunito a Londra la settimana scorsa, per fare il punto della situazione generale e valutare eventuali modifiche da fare nell’assetto societario; tecnico e sportivo dei capitolini. Il nodo cruciale è proprio l’assetto sportivo che va aggiornato quindi siamo in tema mercato, dove i giallorossi (ancora sotto regime di fair play finanziario) per acquistare dovranno vendere (e già è partita la solita girandola di nomi), e secondo indiscrezioni da quanto è trapelato da alcune parole di Pallotta (che poi ha aggiustato il tiro) non ci saranno operazioni in entrata perché la Roma va già bene così. Parole che hanno scatenato l’ironia e la rabbia dei tifosi che hanno di fatto risposto al presidente con due striscioni che lasciano poco spazio all’immaginazione, in un botta e risposta che continua ad andare avanti.

Albione e Roma
Al momento, con la gara (importantissima) contro l’Inter alle porte non si parla altro che di mercato, ed attualmente il mercato della Roma è praticamente fermo, e come tutte le volte che c’è il mercato sia estivo che invernale si parla solo di partenze e mai di arrivi, quindi Alisson; Bruno Peres; Emerson (trattativa confermata dal suo procuratore); Strootman; Nainggolan; PellegriniGonalons; El Shaarawy; Under e Dzeko sono tutti con la valigia pronta, sembra infatti il vertice di Londra a fatto più male che bene, anzi è stato catastrofico per una larga parte di tifosi, mai fu più perfida Albione nemmeno nella terribile notte di Manchester dove i giallorossi subirono una delle sconfitte più cocenti della loro storia, ma la verità potrebbe essere un altra, ovvero se arriva un offerta concreta per uno o piu giocatori che può andare bene per la società senza poi intaccare la rosa si può valutare, come (si vocifera) dell’interessamento del Chelsea per Emerson Palmieri e Dzeko per una cifra che balla tra i 50 ed i 60 milioni di € con il probabile inserimento in prestito del ventiquattrenne attaccante belga Batshuayi. Trattativa tutta da verificare, ma analizzando potrebbe essere un affare per le casse giallorosse, per diversi motivi. Innanzitutto i ruoli sono coperti da Kolarov è Shick (anche se andranno sostituiti numericamente i probabili partenti); poi il primo (Kolarov) si è già dimostrato un leader, e il secondo (Shick) potrebbe giocare nel suo ruolo naturale; ancora Emerson Palmieri andrà valutato dopo un infortunio serio, mentre Shick dovrà dimostrare tutto il gran bene che si dice di lui. Se poi aggiungiamo che Monchi sa far bene il suo lavoro qualcosa di buono arriverà sicuramente.

Roma e Albione
Di sicuro c’è che a Londra, Pallotta a stabilito il suo quartier generale in Europa, dove lavora il suo consulente personale ovvero quel Franco Baldini che contribui alla vittoria dello scudetto targato Franco Sensi. Al momento nessun movimento c’è stato ne in uscita, ne in entrata quindi nessun allarmismo deve stabilizzare l’ambiente ed i tifosi, anche confermato da Eusebio Di Francesco, che ha parlato di “distrazioni da mercato” per molti giocatori alla vigilia di una partita delicatissima, che la Roma non può assolutamente permettersi di perdere

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: