Roma, Cristante parla da nuovo Nainggolan: “Giocherò per i tifosi”

Pubblicato il autore: Alessandro Vercelli Segui
REGGIO NELL'EMILIA, ITALY - DECEMBER 07: Bryan Cristante of Atalanta in action during the UEFA Europa League group E match between Atalanta and Olympique Lyon at Mapei Stadium - Citta' del Tricolore on December 7, 2017 in Reggio nell'Emilia, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Bryan Cristante – Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

In questa sessione estiva di Calciomercato la squadra della Roma è stata sicuramente una delle più attive fino a questo momento. Dopo una prima fase piena di nuovi acquisti, sono dieci i giocatori portati fino a questo momento nella capitale dal DS Monchi, è arrivata la prima dolorosa cessione di questa finestra ed ha riguardato uno dei simboli della gestione in giallorosso del precedente DS ovvero Walter Sabatini : Radja Naingollan, che lascia un vuoto sicuramente difficile da colmare.

Proprio oggi la squadra capitolina presenta, nella sala stampa di Trigoria, il neo-acquisto Bryan Cristante, erede designato del “ninja” non solo come posizione da ricoprire all’ interno del rettangolo di gioco ma anche nei numeri che, data la sensazionale stagione disputata dal centrocampista con la maglia dell’Atalanta, sono sicuramente tutti dalla sua parte: sono infatti ben nove i goal messi a segno dal nuovo giocatore della Roma nel campionato passato, che lo hanno trasformato nel centrocampista più pagato della storia del club.

Date le sue doti di grande realizzatore e la spasmodica ricerca degli inserimenti, da parte dei centrocampisti, nel modo di giocare dei giallo-rossi, sembra perciò tutto pronto per assiste ad una grande stagione da parte di Bryan Cristante, che non si nasconde e dichiara: “Chiunque arriva deve dimostrare qualcosa ai tifosi, sono tranquillo, con il lavoro e con la voglia si può e si deve fare bene”. Rimane perciò meno amaro il saluto del belga che, ormai, aveva compito trenta anni  ed in passato si era reso protagonista di qualche “colpo di testa” non esattamente adeguato ad un calciatore così rappresentativo e che sembra abbiano infastidito non poco il DS Monchi che ha deciso di sostituirlo.   Non resta, quindi, che aspettare il fischio d’inizio della prossima serie A per vedere come il tecnico riuscirà a valorizzare il suo nuovo “gioiellino” per rendere al meglio.

 

  •   
  •  
  •  
  •