Caso Pantani: cuore distrutto, niente più test su campioni istologici

Pubblicato il autore: Monia Taglienti Segui

cuore pantani

Il cuore del Campione che misurava solo 33 battiti al minuto è stato smaltito e non si potranno più quindi fare nuovi test utili sui campioni istologici prelevati sul cadavere di Marco Pantani al momento dell’autopsia fatta nel 2004. La Procura di Rimini li ha richiesti all’Ufficio Corpo del Reato e secca è arrivata la risposta, è andato tutto distrutto.

La distruzione dei reperti anatomici è prevista dal codice di proceduta penale quando il processo è terminato”, così ricorda una nota dell’Ansa, quindi questo fa ipotizzare nessun reato per lo “smaltimento”, ma qualche dubbio sale in relazione alla tempistica di distruzione. In molti casi i reperti vengono smaltiti decenni dopo perché il futuro processuale non si sa mai che via possa prendere e magari essere davanti a Processi riaperti anni dopo la loro chiusura. Il Professor Tagliaro, incaricato della perizia medico legale ora dovrà lavorare sui reperti a disposizione. Si allungano i tempi necessari e si fa sempre più concreta  l’ipotesi di riesumazione del corpo del Campione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fabio Aru rinuncia al Tour de France. Le motivazioni