Caso Pantani, nuovi risvolti

Pubblicato il autore: Monia Taglienti Segui

I due infermieri che per primi soccorsero Pantani affermano che non c’era né cocaina né altro stupefacente sulla scena. Quindi si ipotizza che in secondo tempo si possa essere manomesso il luogo, con l’intromissione di palline di cocaina miste a molliche di pane. Ovviamente si volevano indirizzare le indagini verso l’overdose accidentale. Le indagini messe in piedi per 10 lunghi anni crollano inesorabilmente.

Lo scenario cambia e molto presto quella pallina ritrovata sarà studiata dal Professor Tagliaro. Ci si chiede ovviamente perché testimoni così importanti non siano mai stati ascoltati in 10 anni di indagini e questo purtroppo fa risalire il tutto a quel buco investigativo sul caso Pantani. I due infermieri avrebbero appreso dai media dell’esistenza di questa pallina che loro non avrebbero mai visto e si sono mossi da soli per cercare di far venire a galla la verità; in più hanno capito affermato che Pantani non è stato defibrillato proprio perché la macchina se non avverte segnale non si avvia, invece nel video girato nella stanza di Pantani si afferma che gli infermieri hanno provato a defibrillare il Campione.

Le due testimonianze sono state depositate a Rimini e nei prossimi giorni potrebbero essere ascoltati gli infermieri e l’autista dell’ambulanza.

  •   
  •  
  •  
  •