Ciclismo: Tour a rischio per Nibali, l’Uci sospende la licenza all’Astana

Pubblicato il autore: Valerio Mingarelli Segui

ciclismo

La stagione 2015 di Vincenzo Nibali, maglia gialla a Parigi all’ultimo Tour de France, rischia di rivelarsi un irto pendio. Il ciclismo mondiale si prepara a uno scossone: la Astana, squadra kazaka per la quale corre il campione siciliano, potrebbe vedersi ritirata la licenza World Tour dall’Uci per le ormai note vicende di doping di alcuni suoi corridori.

I casi incriminati sono quelli dei due fratelli kazaki Valentin e Maxim Iglinskiy, entrambi squalificati per Epo: al momento l’Uci ha sospeso la licenza del team, che sta già lavorando per presentare ricorso. Di certo però lo scenario si fa tetro: se davvero l’Astana perderà la licenza, Nibali e Fabio Aru, i due più grandi ciclisti italiani per le corse a tappe, rischiano di rimaner fuori dalle corse più importanti come Tour, Giro e grandi classiche.

Una scappatoia c’è: se l’annullamento verrà confermato dal Tas tutti i contratti dei corridori verrebbero annullati e sia Nibali che Aru (e gli altri che fanno parte del team) sarebbero liberi di accasarsi in un’altra squadra. Certo è che siamo a dicembre (e nel ciclismo i team sono già fatti), quindi la questione non è affatto semplice.

  •   
  •  
  •  
  •