Ciclismo, oggi al via la Settimana Internazionale Coppi e Bartali. Sky la squadra da battere

Pubblicato il autore: Livio Cellucci Segui

FROOME PARTE COMO FAVORITO PARA EL TOUR DE FRANCIA 2013

Si parte. Per tutti gli appassionati di ciclismo inizia oggi la Settimana Internazionale Coppi e Bartali, la prestigiosa corsa dedicata ai due più grandi ciclisti italiani della nostra storia patria. Saranno 198 i ciclisti professionisti al via, pronti a darsi battaglia su un percorso che si snoderà su 5 percorsi divisi in 4 giornate. Si parte stamattina alle ore 9:00 da Gatteo in Emilia Romagna con due semitappe, la prima delle quali è una frazione in linea adatta ai velocisti, mentre la seconda (che si terrà sempre oggi, ma nel pomeriggio alle 14:30), si tratta invece di una cronoscalata a squadre di 13,3 chilometri. La Settimana Internazionale Coppi e Bartali si concluderà domenica, con l’arrivo dei ciclisti a Roccapelago. Prima di allora però gli atleti dovranno cimentarsi anche sulle tappe di venerdì e di sabato. Particolarmente impegnativo sarà il percorso in programma domani, con partenza da Cesenatico ed arrivo a Sogliano del Rubicone: la tappa, lunga 156,2 chilometri, prevede anche la scalata a Ville di Monte Tiffi, 4,7 km con una pendenza media del 7%. Ma quello che spaventa di più lo scollinamento dei ciclisti è in realtà l’andamento incostante della salita: in meno di 5 km si alternano infatti tratti in falso piano a tratti invece durissimi, con pendenze tra il 15 e il 16%. La tappa di domani sarà dunque il terreno ideale per chi vorrà attaccare. Più tranquilla invece la planimetria di sabato, con la tappa di Crevalcore decisamente adatta ai velocisti. Infine domenica ci sarà la giornata conclusiva della Settimana Internazionale Coppi e Bartali: rispetto agli altri anni non ci sarà nessuna crono individuale, ma bensì una tappa in linea da Pavullo a Roccapelago di 152 km. Dopo i primi 50 km in scioltezza, cominceranno per i ciclisti rimasti ancora in gara le ultime asperità, con ben 3 GPM: Lama Mocogno, Passo Cento Croci e La Cà, passando anche per Piane di Mocogno, dove nel 2013 vinse Damiano Cunego per l’ultima volta.
A proposito di Cunego, Damiano indosserà la divisa della Nippo – Vini Fantini e sarà in gara anche quest’anno, lui che questa corsa l’ha già vinta nel 2006 e nel 2009. Inutile dire dunque che naturalmente sarà tra i papabili per la vittoria finale. Anche se stavolta la squadra da battere sarà senza dubbio il Team Sky: la squadra inglese, vincitrice dell’ultima edizione, si presenterà anche quest’anno con diversi nomi di spicco, come Swift, Siutsu, Henao e Sutton.

Leggi anche:  Fabio Aru replica a Saronni sullo sfogo avuto al Tour

Ma gli occhi degli appassionati andranno certamente alla ricerca anche degli azzurri del nostro c.t. Davide Cassani: si, avete capito bene, anche la Nazionale Italiana prenderà parte alla Settimana Internazionale Coppi e Bartali, con Agnoli e Conti a fare da chioccia ai più giovani. Attenzione però anche ad altri ciclisti che potrebbero tentare la zampata vincente proprio qui, in questa corsa: ecco allora trovare nell’Androni Giocattoli una vecchia conoscenza come Franco Pellizzotti (vincitore nel 2005)mentre, tra gli altri nomi da segnarsi, ci sono Bongiorno e Zardini (Bardiani – CSF), Ponzi e Gavazzi (Southeast), Rubiano Chavez e Quintero (Colombia), Cummings (MTN – Qhubeka) ed infine il sempreverde ed eterno Rebellin (CCC Sprandi Polkowice).

  •   
  •  
  •  
  •