Giro del Trentino, 1a tappa: Sky beffata a crono, il primo leader è Benedetti!

Pubblicato il autore: Livio Cellucci Segui

Benedetti

Il Giro del Trentino apre la sua 39a edizione con una sorpresa: nella prima tappa di oggi, una breve cronometro a squadre di 13,3 km che ha portato la carovana dalla partenza di Riva del Garda fino ad Arco, la favorita Sky è uscita sconfitta dalla squadra Professional Bora-Argon 18, che ha battuto la corazzata britannica (ironia dei numeri e del destino…) per soli 18 centesimi di secondo. La squadra tedesca può così esultare ed indossare con il suo uomo Cesare Benedetti, trentino di Rovereto, la prima maglia ciclamino di leader del Giro del Trentino 2015. La Bora-Argon18, che sempre qui l’anno scorso si distinse con un’ottima prova che le valse il 2° posto, stavolta invece si è superata ed è riuscita a piazzare il miglior tempo, fermando l’orologio a 14’05”. Dietro i sorprendenti tedeschi, la Sky del favorito Richie Porte si è quindi dovuta accontentare della piazza d’onore seppur, come detto, con il distacco davvero irrisorio e beffardo di soli 18 centesimi. Terza posizione all’arrivo per l’Astana, autrice anch’essa di un’ottima prova e giunta all’arrivo di Arco con soli 4” di ritardo. Quarta, e con un distacco anch’esso ridotto di 7”, è arrivata l’AG2R La Mondiale del nostro Pozzovivo. Assai sfortunata invece la prova contro il tempo della Cannondale-Garmin: la squadra statunitense, dopo aver piazzato un’ottimo intermedio, ha dovuto rinunciare ai sogni di gloria a causa della caduta di 3 suoi atleti nella seconda parte del tracciato. Nonostante questo, la Cannondale-Garmin è riuscita ugualmente a piazzarsi all’8° posto, precedendo di ben 15” la Nazionale Italiana di Cassani e di ben 26” il Tirol Cycling Team, l’unica squadra Continental presente quì, che però le sue strade di casa le conosce certamente meglio di tutti gli altri.
Il trentino Benedetti è dunque a sorpresa il primo leader del 39° Giro del Trentino.
Domani però la strada inizierà a salire, come è giusto che sia per una corsa che si sviluppa in una zona prevalentemente montuosa come il Trentino-Alto Adige. Il gruppo partirà da Dro e dopo 168,2 km arriverà a Brentonico. Ci sarà da scalare il Monte Velo col Passo Santa Barbara, una salita ”hors categorie”, 14,5 km di ascesa ad una pendenza media dell’8,6%. In alcuni tratti la strada si inerpica anche fino al 13%. Superata questa asperità, dopo un tratto di discesa il gruppo dovrà poi affrontare la salita finale dell’Altopiano di Brentonico, nel cuore del Parco del Baldo: altri 7,8 km al 6,4% di pendenza. Insomma, dopo la passeggiata di oggi, il Giro del Trentino da domani entrerà decisamente nel vivo…

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Johan Bruyneel tuona: "Il ciclismo è pieno di ipocriti. Lance Armstrong era meno dopato di gente come Basso e Ullrich"