Oggi al via il Giro del Trentino, il favorito è Porte

Pubblicato il autore: Livio Cellucci Segui

17188317196_4109159cd5_z

Partirà oggi pomeriggio alle 15:15 da Riva del Garda la 39a edizione del Giro del Trentino. La tradizionale e prestigiosa corsa si svilupperà su 4 giorni ed arriverà a Cles venerdì dopo 526,8 km, divisi su 4 tracciati e con diverse asperità e montagne da scalare. Il Giro del Trentino rappresenta a tutti gli effetti il trampolino migliore per chi ha voglia di ben figurare nel Giro d’Italia che prenderà il via ai primi di maggio. Per capire meglio l’importanza strategica ed il prestigio del Giro del Trentino, basta dare una rapida letta all’Albo d’Oro ormai quasi quarantennale della corsa trentina: dal 1962, anno di nascita della corsa, fino ad oggi sono tantissimi infatti i nomi di risonanza mondiale che hanno trionfato proprio su queste strade, come se fosse una sorta di sostanzioso antipasto, prima del banchetto nuziale della fama e della gloria: parliamo tanto per intenderci di gente del calibro di Moser, Saronni, Rominger, Bugno, Chiappucci, fino ad arrivare alla generazione dei vari Savoldelli, Casagrande, Simoni, ed ai più recenti successi di Cunego, Nibali, Basso, Vinokourov, Scarponi ed Evans.
L’ultima edizione del Giro del Trentino è stata vinta l’anno scorso proprio dall’ultimo dei grandi nomi citati, parliamo del campione australiano Cadel Evans, accompagnato sul podio finale da Pozzovivo (2°) e Niemiec (3°). Proprio Domenico Pozzovivo sarà in gara anche quest’anno, per cercare di fare meglio dell’anno scorso e bissare così al Giro del Trentino il successo che ottenne quì già nel 2012. Ma anche questa volta il corridore lucano dovrà fare i conti per il successo finale con un’altro australiano: ora che Evans si è ritirato, a rendere la vita difficile al nostro scalatore ci penserà infatti Richie Porte del Team Sky. Il ciclista tasmaniano è dato da tutti come il favorito numero 1 per la vittoria del Giro del Trentino. Nei giorni scorsi le previsioni dei bookmaker per il primato si concentravano sul duello finale tra Porte ed il nostro Fabio Aru dell’Astana. Ma proprio ieri il corridore sardo ha dovuto alzare bandiera bianca ed ha rinunciato alla partecipazione, a causa di alcuni problemi intestinali che l’hanno afflitto in questi giorni. Di conseguenza per Richie Porte si sono aperte ora ufficialmente le porte dell’attenzione mediatica: è lui l’uomo da battere. Ma Pozzovivo non sarà solo nel tentativo di sovvertire i pronostici: ecco allora spuntare la sagoma di Cunego, il recordman assoluto di questa corsa. Damiano è infatti l’unico che è riuscito a vincere la maglia ciclamino di leader per ben 3 volte: 2004, 2006 e 2007. Saranno poi da tenere d’occhio anche altri due italiani come Pellizzotti e Paolini, senza però tralasciare anche i campioni stranieri: dal canadese Hesjedal (vincitore del Giro d’Italia 2012) al sudafricano Meintjes, fresco vincitore quest’anno della Settimana Coppi e Bartali. Un’occhio andrà poi tenuto anche al promettente spagnolo Torres e al duo francese della Ag2R La Mondiale, Bardet e Peraud: compagni di squadra di Pozzovivo, i due transalpini l’anno scorso al Tour de France sono arrivati rispettivamente 6° e 2°, di conseguenza crediamo che in questo Giro del Trentino saranno certamente qualcosa di più che semplici gregari al servizio del nostro Domenico…

Leggi anche:  Fabio Aru bussa la porta dell'Astana. La risposta di Dmitry Fofonov

E dopo i nomi di spicco dell’edizione 2015 della corsa, andiamo ora a vedere più nel dettaglio il percorso disegnato per il Giro del Trentino di quest’anno. Come anticipato, la corsa partirà oggi pomeriggio da Riva del Garda con una cronosquadre di 13,3 km fino ad Arco. Il tracciato è completamente piatto e sarà un buon banco di prova per tutte le squadre che vorranno poi cimentarsi con successo contro il tempo al prossimo Giro d’Italia. L’arrivo della prima tappa è previsto intorno alle 16:20.
Da domani poi il Giro del Trentino inizierà ad entrare nel vivo: 168,2 km da Dro a Brentonico, con il Monte Velo e nel finale l’Altopiano di Brentonico, nel cuore del Parco del Baldo.
Giovedì la terza tappa prenderà invece il via da Ala ed arriverà a Fierozzo dopo ben 183,8 km di strada. E’ la frazione più lunga di questa edizione e sarà con ogni probabilità anche la giornata più dura per i corridori in gara: ben 3 i GPM in programma, con il difficile Passo del Redebus e l’arrivo finale in salita ai 1127 metri di Fierozzo.
La chiusura del Giro del Trentino si avrà venerdì, con l’ultima tappa da Malè a Cles: la carovana percorrerà le strade della Val di Non e della Val di Sole, per un finale spettacolare e di alto livello tecnico, condito dai 2 GPM di Fondo e del Passo Predaia.
Per poter vincere in questa corsa breve ma impegnativa tra le montagne del Trentino bisognerà avere fondo, capacità di attaccare e doti spiccate di scalatore. Insomma, proprio quello che servirà per poter trionfare poi anche al Giro d’Italia…

Leggi anche:  Fabio Aru bussa la porta dell'Astana. La risposta di Dmitry Fofonov

TV E STREAMING: Il Giro del Trentino si potrà seguire in tv su RaiSport 2, che trasmetterà tutti i giorni in differita dalle 18:00 circa un’ampia sintesi della giornata di corsa. Inoltre sul portale Rai.tv sarà possibile seguire in streaming nel tardo pomeriggio un ampio approfondimento su quanto accaduto durante la tappa del giorno.

  •   
  •  
  •  
  •