Nibali strepitoso a Superga, si conferma tricolore e adesso punta al tour

Pubblicato il autore: Andrea Chiavacci Segui

Nibali 2

Vincenzo Nibali vince il campionato italiano Professionisti su strada a Superga grazie ad una bella e caparbia azione nel finale di gara. Per Nibali è il secondo tricolore di fila e un ottimo biglietto da visita per il Tour De France ormai alle porte. Gli ultimi ad arrendersi sono il sorprendente Francesco Reda del Team Idea e Diego Ulissi. Il livornese della Lampre Merida ha pagato negli ultimi chilometri gli sforzi fatti per riportarsi sul numero uno del ciclismo italiano. Tra i battuti Domenico Pozzovivo, che perde l’attimo sul primo attacco in discesa di Nibali, ma il portacolori dell’Ag2r  è in forma dopo la brutta caduta al Giro D’Italia e il buon piazzamento al Giro Di Svizzera .

Corsa dura con Partenza da Legnano e arrivo a Superga con un circuito di due giri per un totale di 219 chilometri e gpm a 500 metri dal traguardo. La bagarre vera inizia proprio a 40 chilometri dal traguardo quando inizia la prima ascesa verso Superga. Il ritmo lo fa fin da subito l’Astana con Agnoli, Cataldo e Scarponi, che però si arrende quasi subito e non può aiutare il capitano Nibali partito con il numero 1 di campione d’Italia in carica. Intanto Formolo, secondo dodici mesi fa, è tra i primi a mollare. A tre chilometri dalla fine del primo giro Nibali rompe gli indugi e scatta dando il primo segnale di forza. Pozzovivo è il primo a rispondere e sempre anche l’unico in grado di poterlo contrastare in salita. Dopo il gpm si forma un gruppetto di 13 uomini con il veterano Rebellin e Zilioli tra i più pimpanti. In discesa scatta ancora Nibali. Pozzovivo è in fondo al gruppetto e vede scappare lo squalo insieme a Reda e Ulissi. Si forma così questo terzetto al comando che guadagna subito un solco importante, circa 35″ ai meno 10, sugli altri rivali. Nibali attacca ancora in discesa, stavolta mentre Ulissi mangia qualcosa, e stacca sia il toscano sia Reda. Sembra l’azione decisiva ma Ulissi riprende fiato e in salita  prima stacca Reda  poi si riporta sul siciliano. Anche Reda non molla e ai 5 dall’arrivo sono ancora tutti insieme appasionatamente. Adesso sembra più una gara ad eliminazione che una sfida fatta di scatti. Ci prova timidamente Reda, mentre Ulissi adesso è quello più in difficoltà. Ai 2,5 dalla fine Nibali trova la progressione giusta e senza neppure alzarsi sui pedali va via da solo giungendo al traguardo a braccia levate tra due ali di folla festante. Dopo 10″ arriva un grande Francesco Reda. Diego Ulissi chiude terzo leggermente deluso ma comunque soddisfatto per la bella prova. Zilioli dell’Androni ottiene un ottimo quarto posto staccando Rebellin e Pozzovivo .

Per Nibali come detto è il bis dopo il tricolore conquistato un anno fa in trentino. Adesso per il messinese dell’Astana c’è da ricaricare le batterie e pensare ad un altro bis, quello in maglia gialla. Da sabato prossimo sulle strade di Francia Nibali sfiderà Contador, Froome e Quintana nella corsa a tappe più importante al mondo.

  •   
  •  
  •  
  •