VIDEO della fantastica vittoria Tricolore di Vincenzo Nibali e dichiarazioni

Pubblicato il autore: Andrea Danzi Segui

nibali

Per il secondo anno consecutivo Vincenzo Nibali si laurea campione nazionale, conquistando il tricolore a pochi giorni dal via del Tour de France. Nibali cercava delle risposte dal suo fisico e le ha ottenute. Lo show mostrato sul Colle di Superga ha entusiasmato tutti gli appassionati di ciclismo… lo scatto a poche centinaia di metri dalla prima salita, le curve pennellate in discesa a 80 km/h, gli scatti e controscatti sulla seconda salita… un Nibali in grande forma, un Nibali in formato Grand Boucle.
Un successo arrivato, come lo scorso anno, dopo la bellezza di ZERO vittorie conquistate nella prima parte di stagione. Vincenzo Nibali è stato vittima di qualche critica per alcune condotte di gara discutibili e per la forma che tardava ad arrivare. Il campione siciliano è sempre stato sicuro della sua preparazione: “Quest’anno più o meno ero consapevole e sapevo quando avrei dovuto raggiungere il top della condizione. La giornata di oggi mi è servita, perché cercavo risposte dal mio fisico e le ho avute” anche se la situazione di mancanza di vittorie cominciava a pesargli: “Ero nervoso. Cercavo la vittoria e l’avevo sfiorata al Delfinato. Lì probabilmente ho anche sbagliato poiché quando Rui Costa stava tornando sotto avrei dovuto attenderlo. Quando ti sfugge un successo così ti innervosisci, ma se sei consapevole che il lavoro c’è, da qualche parte deve saltare fuori qualcosa di bello“.
In merito all’attacco sferrato nella gara Tricolore ha precisato: “In quel momento ho capito di stare bene e honibali2 preso più fiducia. Tutti e due (Reda e Ulissi) hanno fatto una grande prestazione. Diego è uscito dal Giro d’Italia, vincitore di tappa. È veloce e ho fatto di tutto per non farlo arrivare con me, tenendolo sulle corde anche in discesa. Non sapevo cosa aspettarmi da Reda perché difficilmente lo incontro alle corse, ma anche lui ha fatto un’ottima prova“.

Ha concluso parlando del Tour de France: “Spero di rivivere le gesta dello scorso anno, ma sarà difficile. Il lavoro che ho fatto è stato ottimo, anche se al Tour sarà impegnativa. La prima settimana sarà molto stressante, bisognerà procedere per gradi passo dopo passo, consapevoli di esserci preparati bene. Giocheremo le nostre carte, ma restiamo con i piedi per terra. Sono tranquillo“.

VIDEO Prova in Linea Campionato Italiano 2015

  •   
  •  
  •  
  •