Basso si ritira nel giorno della presentazione del Giro 2016

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

Basso

Nel giorno della presentazione del Giro D’Italia 2016 arriva la notizia dell’addio dal ciclismo di Ivan Basso. Il vincitore di due edizione della corsa rosa nel 2006 e nel 2010, durante la presentazione delle tappe dell’edizione numero 99 del Giro d’Italia ha annunciato la decisione di non gareggiare più. “Per me non è un giorno triste perché il mio rapporto con il ciclismo continuerà.” Ha commentato Ivan Basso, salutato da un grosso applauso e premiato dalla lastra d’oro come vincitore dell’edizione 2010 dalla Gazzetta dello Sport. La decisione è arrivata dopo l’operazione subita a causa di un tumore ai testicoli che l’avevano fatto abbandonare lo scorso tour. “Ho faticato molto, poi c’è stato il problema di salute. Una serie di cose che diventava incompatibile con la mia attività. Ho percepito che dovevo dare una svolta alla mia vita. Non volevo finire la mia carriera privo di energia. C’è stato un momento particolare della stagione dove ho capito che non potevo più correre in bicicletta. Volevo avere energia per la famiglia e per la mia nuova avventura.” Cosa farà nel ciclismo, ancora non lo sa ma di sicuro non lascerà questo mondo che gli ha dato tanto.

Leggi anche:  Daniele Nardello: "Prenderei subito Aru"

L’edizione 99 è stata presentata durante l’Expo di Milano e partirà per la dodicesima volta nella storia del Giro in un paese straniero. Ventuno tappe e l’arrivo a Torino, si parte il 6 maggio e si conclude il 29 maggio. Questa volta sarà l’Olanda a dare l’avvio alla corsa rosa con tre tappe, si comincia con una crono poi due tappe per velocisti e passisti dove il pericolo numero uno sarà il vento. L’Olanda aveva già ospitato il Giro in tre occasioni, l’ultima nel 2010, nell’anno della vittoria di Basso. Poi trasferimento in Italia, finalmente al Sud, in Calabria dopo il giorno di riposo con la tappa Catanzaro – Praia a Mare. La prima tappa con arrivo in salita è prevista il 12 maggio con l’arrivo a Roccaraso. Poi saranno altri cinque gli arrivi in salita con tre arrivi a cinque stelle: la prima nella 14esima frazione, da Alpago a Corvara, con sei GPM tra cui il mitico Pordoi, il Sella, il Giau. La 19esima, Pinerolo-Risoul, con la citata Cima Coppi. La 20esima e penultima, Guillestre-Sant’Anna di Vinadio, probabilmente la più dura. Ci saranno anche tre cronometro, la prima in Olanda, poi sulle colline senesi del Chianti e infine una cronoscalata di 10,8 km con l’arrivo sulle Alpi di Siusi. Sarà un giro molto equilibrato con molte crono, con arrivi in salita impegnativi e con tappe che potrebbero regalare molte insidie.

Leggi anche:  Daniele Nardello: "Prenderei subito Aru"

Presente anche Vincenzo Nibali, fresco vincitore del Lombardia che ancora non sa i progetti per la prossima stagione. “Tra una settimana farò il bilancio di questa stagione e poi ci focalizzeremo sulla prossima. Ancora non lo so cosa farò il prossimo anno, c’è ancora un inverno per decidere. Farò le mie scelte con calma. Il Giro mi stimola molto e mi piace perché è ben disegnato.” Infine anche Nibali ha voluto commentare l’addio di Basso: “Ivan è stato un uomo fondamentale nella Liquigas dove sono cresciuto; ho imparato quasi tutto da lui come gestirmi, gli allenamenti.

LE VENTUNO TAPPE DEL GIRO 2016
– 1/a tappa venerdì 6 maggio: Apeldoorn (Olanda), km 9,8, cronometro individuale.
– 2/a tappa sabato 7 maggio: Arnhem-Nijmegen (Olanda), km 190 km, pianeggiante.
– 3/a tappa domenica 8 maggio: Nijmegen-Arnhem (Olanda), km 189, pianeggiante.
Lunedì 9 maggio: riposo.
– 4/a tappa martedì 10 maggio: Catanzaro-Praia a Mare, km 191, pianeggiante.
– 5/a tappa mercoledì 11 maggio: Praia a Mare-Benevento, km 233, media montagna.
– 6/a tappa giovedì 12 maggio: Ponte-Roccaraso (Aremogna), km 165, alta montagna.
– 7/a tappa venerdì 13 maggio: Sulmona-Foligno, km 210, media montagna.
– 8/a tappa sabato 14 maggio: Foligno-Arezzo, km 169, media montagna.
– 9/a tappa domenica 15 maggio: Radda in Chianti-Greve in Chianti, km 40,4, cronometro individuale.
Lunedì 16 maggio: riposo.
– 10/a tappa martedì 17 maggio: Campi Bisenzio-Sestola, km 216, media montagna.
– 11/a tappa mercoledì 18 maggio: Modena-Asolo, km 212, media montagna.
– 12/a tappa giovedì 19 maggio: Noale-Bibione, km 168, pianeggiante.
– 13/a tappa venerdì 20 maggio: Palmanova-Cividale del Friuli, km 161, alta montagna.
– 14/a tappa sabato 21 maggio: Alpago (Farra)-Corvara, km 210, alta montagna.
– 15/a tappa domenica 22 maggio: Castelrotto-Alpe di Siusi, km 10,8, cronoscalata.
Lunedì 23 maggio: riposo.
– 16/a tappa martedì 24 maggio: Bressanone-Andalo, km 133, media montagna.
– 17/a tappa mercoledì 25 maggio: Molveno-Cassano d’Adda, km 196, pianeggiante.
– 18/a tappa giovedì 26 maggio: Muggiò-Pinerolo, km 234, media montagna.
– 19/a tappa venerdì 27 maggio: Pinerolo-Risoul (Francia), km 161, alta montagna.
– 20/a tappa sabato 28 maggio: Guillestre (Francia)-Sant’Anna di Vinadio, km 134, alta montagna.
– 21/a tappa domenica 29 maggio: Cuneo-Torino, km 150, pianeggiante.

  •   
  •  
  •  
  •