Tirreno Adriatico, svelato il percorso 2016. Tutte le info sulla corsa!

Pubblicato il autore: Livio Cellucci

Tirreno Adriatico 2016
Comincia a delinearsi la prossima stagione di gare ciclistiche. Quest’oggi a Milano è stato svelato il percorso della 51esima edizione della Tirreno Adriatico, che si svolgerà sulle strade dell’Italia centrale dal 9 al 15 marzo 2016. La Corsa dei Due Mari aprirà ufficialmente la stagione ciclistica delle Grandi Classiche e sarà dunque il primo appuntamento importante per molti dei nomi di spicco del mondo delle due ruote, che proprio qui molto spesso vengono a testare il loro livello di preparazione atletica. La Corsa si articolerà in 7 tappe, con 2 gare contro il tempo (una a squadre ed una individuale) che rispettivamente apriranno e chiuderanno la gara. Per il 2° anno consecutivo la Tirreno Adriatico prenderà il via dal Lido di Camaiore, in Versilia. Il primo tracciato che aprirà le danze prevede dunque una cronosquadre di 22,7 Km per le strade del Lido di Camaiore, con arrivo nella stessa località toscana. Il tracciato ricalca molto quello della scorsa edizione, con l’unica differenza che l’anno scorso il maltempo costrinse gli organizzatori di allora ad una variazione volante del percorso stabilito. Sempre da Camaiore partirà poi anche la seconda frazione, che sarà anche la prima tappa in linea di questa Tirreno Adriatico 2016: 207 km con arrivo a Pomarance, dopo aver scollinato sul Pian di Forno ed aver poi superato i 9,4 km della salita finale. L’ultima asperità potrebbe già risultare ostica per qualche velocista, che verrebbe così tagliato fuori dalla bagarre finale. Le ruote veloci che saranno andate in difficoltà potranno però rifarsi il giorno dopo, nella terza tappa con partenza da Castelnuovo Val di Cecina. La carovana percorrerà 176 km abbastanza agevoli: l’unica asperità della giornata è posta a Scansano ma, oltre a non essere troppo impegnativa, è anche stata messa ben lontana dal traguardo di Montalto di Castro. Frazione interlocutoria quella della quarta tappa. E’ la tappa più lunga: 216 km con partenza da Montalto ed arrivo a Foligno, un saliscendi continuo con alcuni strappetti, ideali per far partire qualche fuga di giornata. L’ultima salita comunque è posta a 16 km dal traguardo, dunque le squadre dei velocisti, se vorranno, avranno comunque il modo per organizzare un eventuale inseguimento e concludere allo sprint. Si arriva così alla quinta giornata, in cui si riparte da Foligno e si arriva a Monte San Vicino, dopo 178 Km. E’ la tappa regina di questa edizione della Tirreno Adriatico: il tracciato si snoderà quasi esclusivamente nelle Marche e ci saranno ben 5 GPM da superare. Si parte col Valico del Soglio dopo 28 Km, poi è la volta della ben più impegnativa salita di Frontignano, seguita a breve dall’asperità di Le Arette, terzo GPM di giornata. Scollinato il quale ci sarà poi però un lungo tratto in discesa, che potrà anche permettere un ricompattamento del gruppo. Peccato però che, dopo Montelago (4° GPM di giornata), la corsa esploderà di sicuro sulla scalata finale del Monte San Vicino, con arrivo in quota a 1208 metri: 13 chilometri ad una pendenza media del 6,6% e con alcuni punti in cui la strada sale anche fino al 12%. Insomma, ci sarà da sudare…
In compenso, il giorno dopo sarà di tutto riposo per le squadre degli scalatori, visto che la sesta tappa lascia ampiamente spazio ai velocisti: si va da Castelraimondo a Cepagatti, 210 km in pianura che faranno felici le squadre degli sprinter. La Tirreno Adriatico emetterà poi i suoi verdetti finali con l’ultima tappa di martedì 15 marzo, una crono individuale sulle strade e sul lungomare di San Benedetto del Tronto: 10 km di lotta contro il tempo che sanciranno il vincitore della Tirreno Adriatico 2016. Chiudiamo con le parole di uno che questa corsa la conosce come le sue tasche, ossia Paolo Bettini. L’ex ciclista toscano, 2 volte Campione del Mondo su strada ed ex Commissario Tecnico della Nazionale di Ciclismo, ha vinto la Corsa dei Due Mari nel 2004 ed è molto legato a questa Classica. Queste le sue parole: ”La Tirreno Adriatico è una corsa completa, a cui puntano forte tanti corridori che si adattano ad ogni tipo di terreno. Da atleta ho partecipato a 12 edizioni e posso dire che è una gara di altissimo livello tecnico, di prestigio, a cui i corridori tengono in modo particolare”

Tirreno Adriatico 2016, le tappe:
Mercoledì 9 marzo – 1a tappa: Lido di Camaiore – Lido di Camaiore (Cronosquadre), 22,7 km
Giovedì 10 marzo – 2a tappa: Camaiore – Pomarance, 207 km
Venerdì 11 marzo – 3a tappa: Castelnuovo Val di Cecina – Montalto di Castro, 176 km
Sabato 12 marzo – 4a tappa: Montalto di Castro – Foligno, 216 km
Domenica 13 marzo – 5a tappa: Foligno – Monte San Vicino, 178 km
Lunedì 14 marzo – 6a tappa: Castelraimondo – Cepagatti, 210 km
Martedì 15 marzo – 7a tappa: San Benedetto del Tronto (Cronometro individuale), 10 km

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Giro dell'Emilia 2022: streaming gratis e diretta tv Rai Sport o Eurosport?