Dubai Tour, a Kittel la prima tappa su Cavendish e Nizzolo, bene gli altri italiani

Pubblicato il autore: Edoardo Evangelista Segui

Dubai Tour
Dubai Tour: dietro a Kittel e Cavendish, cinque italiani nei primi otto con Nizzolo ancora sul podio.
Marcel Kittel è il vincitore della prima tappa del Dubai Tour, Dubai Silicon Oasis Stage. Come previsto, la tappa si è conclusa in volata e ad imporsi è stato il ciclista tedesco della Etixx-Quick Step. Secondo al traguardo il più quotato britannico Marc Cavendish della Dimension Data, mentre a chiudere il podio è stato il 27enne italiano Giacomo Nizzolo del team Trek-Segafredo Factory Racing. Nizzolo ha aperto un poker azzurro che ha visto piazzarsi al quarto, quinto e sesto posto nell’ordine Sacha Modolo, Andrea Palini e Andrea Guardini. Solo ottavo Elia Viviani, campione italiano su pista, che in volata si è toccato proprio con Guardini e ha perso l’opportunità di puntare ai primi tre posti di tappa. La corsa è scattata dalla splendide cornice del Dubai International Marine Club e si è chiusa dopo 173 km nella regione di Fujairah, uno dei sette emirati che costituiscono gli Emirati Arabi Uniti, che si affaccia sull’Oceano Indiano attraverso il Golfo di Oman. Proprio l’inedita vicinanza con il confine che separa gli EAU dallo Stato dell’Oman ha reso la prima tappa del Dubai Tour particolarmente prestigiosa. Domani si riparte con la seconda tappa, 183 km da Fujairah a Palm Jumeirah, l’isolotto costruito artificialmente nella zona che fronteggia proprio Dubai.

Dubai Tour: Kittel riscatta un 2015 devastante sotto il profilo degli infortuni.
Si è trattato di un grande successo per Marcel Kittel, alla ricerca di un pronto riscatto dopo una stagione, quella che si è appena chiusa nel 2015, piuttosto deludente rispetto alle legittime ambizioni maturate alla partenza. In ombra al Down Under e nel Tour del Qatar di inizio 2015, il velocista di Arnstadt ha patito notevolmente una serie di problemi fisici che lo hanno tenuto lontano dalle gare fino al mese di maggio, in occasione del Tour dello Yorkshire, quando è stato nuovamente costretto al ritiro. Saltati la Tirreno Adriatico ed il Giro di California per lavorare sodo e tornare ad una condizione accettabile in vista della seconda metà di stagione, Kittel si è ben disimpegnato tra World Sport Classic e Rund um Koln (il Giro che si corre in Renania, attorno alla città di Colonia), dove ha ottenuto anche un paio di successi di tappa in volata. Quando sembrava sul punto di ritrovare la forma migliore, la sua condizione è improvvisamente calata allo Ster ZLM Toer, nei Paesi Bassi, ed ha deciso di abdicare dalla propria prevista partecipazione al Tour de France in partenza il 4 luglio da Utrecht. Smaltita la delusione per non aver potuto prendere parte alla Grand Boucle, Kittel si è impegnato duramente per presentarsi al via della stagione 2016 con rinnovato vigore. E così è stato, con questo importante successo d’autorità su un campione come Cavendish che, anche se solo parzialmente, lo ripaga dopo tanta sfortuna.

Dubai Tour: il tedesco bagna l’esordio con il successo, sostituendo al meglio Cavendish in Quick Step.
Il duello con il naturalizzato britannico (Cavendish è nato sull’Isola di Man, territorio particolare sotto il profilo della giurisdizione e non perfettamente riconducibile né all’Irlanda che al Regno Unito) si preannuncia entusiasmante e siamo sicuri che si riproporrà più volte nel corso dell’anno. Professionista dal 2011, Kittel ha debuttato al meglio con il suo nuovo team belga, la Etixx-Quick Step, dove curiosamente ha preso il posto proprio del rivale di giornata Cavendish. Il tedesco non ha di certo nascosto il proprio entusiasmo per l’importante successo ottenuto: “E’ una grande emozione vincere di nuovo, ho davvero cominciato bene con la nuova squadra”, ha ricordato.

Di seguito l’ordine di arrivo e la classifica generale:
1. Marcel Kittel (Ger, Etixx-Quick Step) 173 km in 3.35’21”, media 48,200;
2. Mark Cavendish (Gb, Dimension Data);
3. Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo);
4. Modolo;
5. Palini;
6. Guardini
8. Viviani

Classifica:
1. Marcel Kittel (Ger, Etixx-Quick Step);
2. Cavendish (Gb) a 4”;
3. Nizzolo a 6”

  •   
  •  
  •  
  •