Dubai Tour, Viviani vince la 2a tappa e conquista la vetta della classifica

Pubblicato il autore: Emiliano Rota Segui

ELIA VIVIANI VINCE LA SECONDA TAPPA SPRINT
Elia Viviani  vince in volata la seconda tappa del Dubai Tour. Il veronese del team Sky, ora anche leader della classifica generale, si ripete a Palm Jumeirah e bissa il successo dell’anno scorso nella stessa tappa. La seconda tappa del giro è, inoltre,  impreziosita da un poker italiano. Dietro all’azzurro finiscono nell’ordine Sacha Modolo (Lampre-Merida), Giacomo Nizzolo (Trek-Segafredo) e Andrea Guardini (Astana). Da rilevare nel finale una caduta a 1,7 km dal traguardo: l’olandese Boy Van Poppel, all’uscita di un tunnel sottomarino, finisce a terra e crea scompiglio nel gruppo per la volata: restano attardati Marcel Kittel, a segno nella prima frazione, che finirà poi solo 22° e Mark Cavendish arrivato 10° ma impossibilitato a competere per la volata. Van Poppel, che ha raggiunto il traguardo decisamente malconcio, è stato poi trasporto in ospedale per valutare l’entità delle botte e delle escoriazioni. Da segnalare anche che negli ultimi 3 km in testa al gruppo è apparso Bradley Wiggins a tirare per qualche centinaio di metri. Nella generale (non ci sono abbuoni) è in testa Elia Viviani, che indosserà quindi la maglia blu de leader, secondo con lo stesso tempo Marcel Kittel, terzo a 2″ Giacomo Nizzolo.

Leggi anche:  Giro d'Italia 2021, la Sicilia conferma le sue tappe

Giovanni Visconti, a circa 15 km dall’arrivo, è stato protagonista di un’altra caduta. Il siciliano della Movistar ha urtato il cordolo della strada facendo una capriola sopra la bicicletta e fortunatamente atterrando nella sabbia senza conseguenze. La fuga di giornata è stata animata da un quartetto composto dallo svizzero Dillier (Bmc), il polacco Bialoblocki (One), lo spagnolo Mancebo (Skydive) e l’olandese De Kort (Giant).
Al termine della tappa che lo ha visto trionfare per la prima volta in stagione, Elia Viviani ha detto: “Credo che nella prima tappa ci siamo mossi un po’ troppo presto e ho dovuto fare come due volate . Oggi invece tutti i movimenti del treno sono stati perfetti. Siamo usciti dal tunnel benissimo, per me era una posizione ideale. Anche la scorsa settimana a San Luis mi ero sentito bene, credo di essere partito bene, un po’ come nella stagione 2015, quando vinsi proprio qui a Palm Jumeirah“.
Traguardo che porta certamente fortuna al ciclista del Team Sky, e che nella prima tappa era arrivato solamente ottavo. Fra un mese lo aspetta un traguardo e una vittoria certamente più importanti, poiché punterà all’oro ai Mondiali su pista.
Per ora è il momento di godersi questa vittoria e la testa della classifica generale, pensando a far bene nelle prossime tappe.

Leggi anche:  Daniele Nardello: "Prenderei subito Aru"

Nella tappa di domani Venerdì 5, i corridori sono attesi da un arrivo in salita con i 3 km finali con pendenze massime che vanno dal 12 al 17%, il test per scalatori di questa corsa a tappe. Tale terza tappa prenderà il via da Dubai per arrivare ad Hatta, con un totale di 172 km.

ARRIVO 2a Tappa Nakheel Stage- Palma Jumeirah, 183 chilometri:
1. Elia Viviani (Sky) in 4h07’39”; 2. Modolo; 3. Nizzolo; 4. Guardini; 5.Vaitkus (Lit); 6. Swift (Gbr); 7. Kolar (Svk); 8.Stepniak (Pol); 9. Opie (Gbr); 10. Cavendish (Gbr);

CLASSIFICA GENERALE
1º Elia VIVIANI 7:42:50
2º Marcel KITTEL 0:00
3º Giacomo NIZZOLO 0:02
4º Sacha MODOLO 0:04
5º Mark CAVENDISH 0:04
6º Soufiane HADDI 0:09
7º Andrea GUARDINI 0:10
8º Tomas VAITKUS 0:10
9º Michal KOLAR 0:10
10º Chris OPIE 0:10

  •   
  •  
  •  
  •